Analisi del voto

Mi sono preso qualche giorno, qualche ora e qualche minuto di tempo per non incorrere nel solito errore di commentare le cose più con la pancia che con la testa.
Un’analisi a freddo di quello che l’elecscion dei 2013 ci ha portato in dote, a tre ore dai pasti e con tasso alcolemico pari a 0,0 g/lit.

Ma porca troia.

Annunci

Tiziana Maiolo dixit

Tutte le etnie sono integrabili tranne i rom. Non vogliono lavorare, a noi ci odiano e pensano soltanto a sfruttarci, ci chiamano gaggi, gagè, non so, quella parola lì. Non hanno il senso dell’igiene, fanno bambini solo per mandarli a rubare e molto spesso li avviano alla prostituzione minorile. E’ più facile educare un cane che un rom… nessuno li educa… ma se fanno la pipì sui muri! Neanche il mio cagnolino la fa sui muri, solo sugli alberi!

Tiziana Maiolo

Fli, flop, black bloc e gay

Passata la tempesta il PresDelCons ha deciso di non precludere nessuna ipotesi di accordo per dogma e apre ai gay:

Io non so dire dei no, non l’ho mai saputo fare e la mia fortuna è stata che nessun gay è venuto mai a farmi una proposta perché alla terza volta avrei chiesto di spiegarmi tecnicamente come si fa e ci sarei stato.

Intanto il sindaco deRRoma Gianni Alemanno, il giorno dopo gli scontri, dichiara alla stampa “Il Comune di Roma si costituirà parte civile contro gli autori di questa devastazione… Domenico Scilipoti, Massimo Calearo e Bruno Cesario“.

Comunque, incassata la fiducia, Silvio Berlusconi apre “la caccia” e Gianfranco Fini chiama la Michela Brambilla spacciandosi per volatile a rischio estinzione.

Movimento di responsabilità nazionale!?

Il One Man Party di Tonino rischia di perdere il gruppo parlamentare alla Camera… colpa dei fuoriusciti… è una tradizione molto dipietrista perdere pezzi in corsa, ricordate Sergio De Gregorio?

Non è un buon momento per l’IdV. La discesa in campo di Beppe Grillo e l’esplosione di Nichi Vendola hanno spezzettato il bacino di voti, la rivolta di Gianfranco Fini ha sottratto al buon Tonino il monopolio dell’antiberlusconismo, Domenico Scilipoti gli ha rubato la logopedista.

Per fortuna c’è il PD, che è bravissimo a costruire bacini ma dimentica spesso la canna da pesca.

UPDATE: tre voti tre… tre tipo questi.

Il Papa pesa il pepe a Pisa

Cari cugini spagnoli, in Italia sono anni che cerchiamo di provocare il Papa rieleggendo un certo Silvio Berlusconi ma i risultati sono poco incoraggianti.

Intanto Gianfranco Fini minaccia il sopraccitato Premier scimmiottando il non più giovane Uoltér Veltroni. Chi ben comincia… ben comincia.