La bandana larga

Nulla è mai come sembra… il cumulo di rifiuti che sotterra il popolo partenopeo non è l’ennesimo segnale di una maggioranza ormai al dessert bensì l’ulteriore conferma che la politica del fare berlusconiana funziona… anche la politica del farsi di molti italiani funziona… anche il mio nuovo cavatappi funziona, per questo bevo. Non bevessi sarebbe tutto più difficile, dovrei trovare un’altra forma d’alienazione… che so, credere in Dio! Ecco perchè il grande centro cattolico riscuote tutto questo successo, sono tutti quegli astemi che non possono affogare i loro dispiaceri in una scura bottiglia di Barbera. (Fonte Il Mio Oste)

Comunque… visto che nulla è mai come sembra, compresa la vostra adsl 7 mega che scarica una parola al giorno, ecco come verificare la reale velocità della vostra connessione internet… basta scaricare questo software diffuso dall’Agcom e analizzare i parametri dell’adsl. Il risultato ha valore legale e può essere usato per reclamare o recedere dal contratto. (Fonte Wired.it)

PS: questo post non è stato testato su animali.

Annunci

Le dieci eresie verdi

La rivista americana Wired stravolge alcuni dogmi dell’ambientalismo e agitando lo spettro del problema ecologico più grave (il riscaldamento globale) invita a rileggerle in chiave critica:

  1. La vita in città è più “gentile” verso il pianeta rispetto alla vita in campagna.
  2. L’aria condizionata emette meno C02 rispetto ai termosifoni.
  3. L’agricoltura biologica fa più danni di quella tradizionale.
  4. Le foreste vergini possono contribuire al riscaldamento del pianeta, meglio costruire aziende agricole al loro interno.
  5. La Cina è al vertice delle soluzioni tecnologiche alternative
  6. Gli Ogm superefficienti potrebbero diminuire le emissioni di gas serra.
  7. Il commercio dei «crediti di carbonio»*, che consente ai Paesi più ricchi di inquinare di più grazie ad accordi con quelli che inquinano meno, sono stati una grande idea, ma non hanno funzionato.
  8. Le centrali nucleari sono la forma di energia su scala industriale più rispettosa del clima.
  9. È meglio acquistare un’auto usata che le nuove auto ibride.
  10. Piuttosto che insistere a combattere contro il mutamento climatico, ormai ineluttabile, è meglio prepararsi al peggio.

* I paesi che hanno firmato il protocollo di Kyoto del 1997, tra cui l’Italia, si sono impegnati a ridurre, nei prossimi anni, le emissioni di Co2 per diminuire l’effetto serra; le aziende che inquinano possono acquistare crediti dalle aziende più “pulite” che si fregiano di non produrre Co2.