New Ior, New Ior

L’anno scorso lo Stato del Vaticano veniva incluso per la prima volta nella black list (l’elenco dei paesi con particolari regimi fiscali, detti anche paradisi fiscali). Il profondo restyling dell’immagine della Chiesa voluto da Papa Bergoglio (meno sfarzi e più trasparenza) non poteva bypassare l’annosa questione dello Ior.

Per questo motivo è stata istituita una “Commissione sullo Ior” per fare luce all’interno dell’istituto bancario vaticano e portare avanti l’opera di maquillage. Ma come cancellare decenni di ombre e scandali senza palesare decenni di ombre e scandali?

La soluzione è semplice: lo scorporo.
Il nuovo Ior sarà per metà Banca Etica (che gestirà il piccolo/medio credito) e per metà Fondazione (che gestirà gli investimenti più importanti).

La Banca Etica (soggetta ai maggiori controlli) si occuperà dei pezzenti, la Fondazione (per natura giuridica non obbligata alla trasparenza e mai inserita nella Black List anche se costituita in un paradiso fiscale) continuerà a gestire le patate bollenti passate, presenti e future.

Tanto poi c’è la confessione.

Annunci

Abbiamo coperto don Luca grazie al vostro aiuto

otto_per_mille_chiesa

Video killed the Radio Maria star

Secondo Wikipedia cento anni fa non è successo nulla di significativo.

Comunque date un occhio a vostra nonna che in questo preciso momento potrebbe essere intenta a compilare un testamento in favore di Radio Maria. Colpa di padre Fanzaga, direttore dell’emittente mariana, che in una lettera inviata a migliaia di anziani ascoltatori invita gentilmente ad un “lascito testamentario, anche piccolo”.

La lettera si presenta con un questionario in allegato… tra le domande:

  • Sai che ai tuoi cari resterà comunque una quota?
  • Sai che per fare un testamento olografo basta un foglio bianco e una firma di proprio pugno?
  • Quali motivi ti trattengono ancora dal devolvere parte della tua eredità a Radio Maria?

In compenso oggi è la Giornata Mondiale delle Capriole Venute Male.

Il mio cane si morde la coca

Tiratevi su…

Siete convinti che il sistema sia lì, guardingo e vigile, intento a controllare ogni vostro sghembo movimento allo scopo di dimostrare che in verità non trascorrete le notti a leggere e rileggere pagine memorabili di giornalismo di inchiesta ma il più delle volte ristagnate, curvi e infreddoliti, davanti allo schermo del computer segandovi con youporn.

Tranquilli, il sistema non vi caga. Non lo preoccupate, non gliene date modo. Lui l’ha capito da mo’. Sa che sperperate le giornate componendo parole alla cazzo su Ruzzle, che quando dite “ora scendo in piazza” è per andare al mercato,  che il cavaliere che non vorreste più rivedere è quello oscuro di Christopher Nolan perchè “belli gli effetti speciali ma la trama fa cacare“.

Ma tra poco meno di due settimane avrete finalmente modo di dare un senso alla vostra esistenza portando a termine la mission per la quale siete stati messi al mondo… lasciare tutto com’è.

berlusconi

PS: alla fine hanno rottamanto Benny XVI, non è durato manco due legislature.

Quanto ci costa la fede?

L’esistenza è in dubbio ma una cosa è certa: Dio ha le mani bucate.
Ogni anno lo stato italiano gira sul conto di Benny circa 4 miliardi di euro, tra finanziamenti diretti e altri tipi di oneri:

  • otto per mille
  • finanziamenti a scuole ed università private cattoliche
  • contrattualistica differenziata per gli insegnanti di religione cattolica nella scuola pubblica
  • finanziamenti a mezzi di comunicazione cattolici
  • finanziamenti per infrastrutture di proprietà dello Stato Vaticano (acqua e depuratori del Papa ad esempio)
  • finanziamenti per l’assistenza religiosa negli ospedali pubblici
  • esenzioni fiscali
  • grandi eventi (il Giubileo 2000 costato allo Stato quasi 2 milioni di euro)

La Chiesa Cattolica costa agli italiani quanto il sistema politico ma lì l’investitura arriva dall’alto… anzi dall’altissimo.

335.15.00.431 telefonare ore petting

La Procura aveva pubblicato solo le ultime tre cifre, Annozero ha mostrato le prime nove ed ecco il patatrac… ora tutta Italia conosce il numero di cellulare del PresDelCons.

Ho provato a chiamarlo per complimentarmi per la bella vittoria del Milan sul Bari ma niente, irraggiungibile.
Gli ho lasciato un messaggio in segreteria:

per 1.500 euro mi maschero da Antonio Di Pietro e mi faccio sculacciare dalla Santanchè davanti a Lele Mora vestito da Gullit“.

Nel mentre, dalle pagine del sempre equilibratoIl Giornale“, lo stesso Berlusconi fa sapere che è disposto a farsi processare ma solo nello studio di Forum da giudici femmine, super maggiorate, nude e con Bruno Sacchi legato ad uno spiedo con una copia dell’Unità tra i denti.

Per fortuna in Italia c’è la chiesa. Un deciso e (assai) critico comunicato del Vaticano condanna il premier reo di aver usurpato la supremazia della Santa Sede in materia di pedofilia.

Ma non tutto il male viene per nuocere! Se cercate casa a Milano Due sappiate che si sono liberati sette appartamenti
… e se siete veramente cazzuti potete anche risparmiare qualcosa sull’affitto tirando in ballo la dissolutezza dei precedenti locatari.

La sinistra? Pippe.

Benedetto il comico?

E’ preoccupante che il servizio che le comunità religiose offrono a tutta la società, in particolare per l’educazione delle giovani generazioni, sia compromesso o ostacolato da progetti di legge che rischiano di creare una sorta di monopolio statale in materia scolastica.

Eh!?

Comunque… se volete (e per Iddio dovete!) dare un nome cristiano a vostro/a figlio/a ecco una serie di suggerimenti (fonte Frate Indovino): Ermete (4 gennaio), Scolastica (10 Febbraio), Cirillo e Metodio (14 Febbraio), Mansueto  (19 Febbraio), Eleuterio (20 Febbraio), Policarpo (23 Febbraio), Etelberto (24 Febbraio), Turibio (23 Marzo), Abbondio (14 Aprile), Procopio (4 Luglio), Venceslao (28 Settembre), Pelagia (8 Ottobre), Eligio (1 Dicembre).

Sei proprio un gondone!

Parla, parla ma alla fine non conclude un’emerita mazza… è un furbacchione! Dalle mie parti si dice “sei proprio un gondone!“. Di chi parlo? Ma di Silvio B. che minaccia leggi bavaglio e repressioni ma alla fine si limita a comprare Cassano A. e qualche parlamentare d’opposizione.

In Europa c’è gente che fa quello che dice… in Ungheria il premier di destra Orban ha fatto approvare una legge che sopprime le redazioni giornalistiche e introduce multe pesantissime per chi pubblica articoli che “violano l’interesse pubblico”.

In Europa c’è gente che fa quello che dice… in Bielorussia il presidente Lukashenko ha fatto reprimere violentemente le proteste scoppiate dopo la sua (quarta) riconferma.

Cribbio!!!

PS: anche il Papa è un gondone.

Di giorno in giorno, di male in peggio

L’Ulivo sorpassa il Pdl ma manca il gran premio di Abu Dhabi.

Assolti tutti e cinque gli imputati per la strage di Piazza della Loggia. Ora le attenzioni degli inquirenti si concentrano su Alfredo lo stambecco. Il caprino sarebbe indagato anche per i delitti di Cogne, Garlasco, Avetrana e per le Stragi di Bologna e Ustica.

La Regione Lazio oscura alcuni dei principali siti di informazione gay classificandoli come “pornografici“. Per la legge del menga (legge reintrodotta recentemente dalla giunta di Renata Polverini) catalogato Vatican.va come sito “pedopornografico“.

Catturata l’antimateria. Il ministro MaroniOggi festeggio questa grande vittoria“, e il Tg5 lo loda e lo imbroda.

Intanto nella capitale scende l’inquinamento e tornano gli uccelli.

Per tutto il resto c’è Mastercard

I’m Ior

Ne ha parlato e scritto Gianluigi Nuzzi in Vaticano SpA, ora tocca alla magistratura indagare sui movimenti sospetti sui conti dell’Istituto per le Opere Religiose (per gli amici Ior). Ma l’Osservatore Romano si scopre costaricano e scrive:

Lo Ior non può considerarsi una banca nell’accezione corrente, amministra i beni di istituzioni cattoliche a livello internazionale ed, essendo ubicato nello Stato di Città del Vaticano, è al di fuori della giurisdizione delle diverse banche nazionali.

Anche se fiscale è pur sempre un Paradiso