Meno male che Pontifex c’è

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! In una società sempre più votata alla fornicazione incontrollata ed al vile canzonamento dei più deboli, il sito curato dal moderato Bruno Volpe ci riporta agli antichi valori, quei valori che hanno contraddistinto la nostra caritatevole e comprensiva storia: “o con noi o all’inferno“.

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! In una nazione dove un uomo con l’orecchino e dichiaratamente sodomita può permettersi di governare una regione solare e cattolica come la Puglia c’è bisogno di ritrovare il senso della morale e della civiltà.

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! Perchè opinioni come queste aiutano il confronto e la crescita di una società alla deriva:

  1. Santoro e Vauro, grossolani e ignoranti. Una vergogna insultare il Papa. Berlusconi? Contro di lui un assedio mediatico. I figli di Elton John e della Nannini? Due sventurati, avranno i soldi, ma che altro?
  2. Vendola critica l’ altrui bunga bunga che intanto non é nulla di male, ma almeno avviene con donne. Prediche, da certi pulpiti, lasciano per lo meno perplessi, viste per le predilezioni particolari.
  3. Educazione sessuale spesso occasione di libertinaggio e attentato ai valori cattolici. Bene ha fatto il Papa. Attenti a non incoraggiare pratiche contro natura come la omosessualità.
  4. Le coppie gay? Fanno porcherie. Convivenza more uxorio gravissimo peccato. Oggi si mette il sociale davanti a Dio, anche nella chiesa.
  5. Ebrei, basta! Dio illumini i cuori degli ebrei, si convertano. Dopo Giovanni Paolo II attendiamo Pio XII, ostacolato dal pregiudizio ebraico.

Anche se poi qualche volta si autosmetisce:

  1. Italia, situazione insostenibile, dobbiamo ritrovare il senso della morale e della civiltà. Mi vergogno di andare fuori Italia, siamo diventati una barzelletta (vedi precedente punto 1 con chiara difesa del PresDelCons).

Ma a noi pontifex.roma.it piace così… genuino, misurato e sincero, evviva pontifex evviva la tolleranza!

PS: se poi vai sul motore di ricerca interno al sito e provi a digitare la parola “pedofilia” ti escono quattro articoli in croce (facendo le giuste proporzioni ci sono più articoli sulla cacciata dell’ex allenatore dell’Inter Benitez), per lo più interviste e su questo stile:

Il cardinal Bagnasco ha detto che probabilmente anche in Italia sarebbero stati occultati casi di pedofilia: ” io non ne ho conoscenza, se lo dice lui. Ma personalmente, riconoscendogli la piena buona fede, sarei stato zitto e meglio avrebbe fatto a tacere”.

Annunci

Liechtenstein’s list

Ecco la lista dei primi diciassette (presunti) evasori fiscali con depositi aperti in Liechtenstein:

  1. Vito Bonsignore – ex europarlamentare della Dc e oggi candidato del Partito delle libertà.
  2. Luigi Grillo – parlamentare di Forza Italia.
  3. Carlo Sama – cognato di Raul Gardini.
  4. Mario D’Urso – ex senatore ed ex sottosegretario al commercio estero, eletto con “Rinnovamento Italiano” di Lamberto Dini.
  5. Maria Ilva Biolcati – in arte Milva, cantante.
  6. Pasquale De Vita – ex presidente dell’Agip, presidente dell’Unione petrolifera, l’associazione che aderisce a Confindustria e raggruppa le principali aziende che operano nel settore della raffinazione e distribuzione del greggio.
  7. Famiglia Aleotti – proprietaria del gruppo farmaceutico “Menarini”.
  8. Famiglia Zanussi – industriali friulani di Pordenone, ex proprietari dell’azienda leader nella produzione degli elettrodomestici.
  9. Famiglia Amenduni – proprietaria delle acciaierie Valbruna spa di Vicenza, tra i gruppi più solidi al mondo nel settore, entrata nella scalata ad Antonveneta di Fiorani e segnalata a sostegno del centro-destra in queste prime settimane della campagna elettorale che ha diviso Vicenza sulla candidatura nel Pd di Calearo.
  10. Maria Gabriella Gentili Mian e il figlio Maurizio – ex proprietari dell’azienda farmaceutica Gentili ed ex presidenti del Pisa Calcio.
  11. Michelangelo Manini – presidente della “Faac spa” (allarmi e automatismi per cancelli e porte).
  12. Eugenio Cremascoli – imprenditore comasco, titolare della “Ngc medical”, azienda che lavora nella produzione e commercializzazione di attrezzature medico-chirurgiche.
  13. Marco Piccinini – ex direttore della Ferrari spa e figlio del fondatore della “Principe Société de Banque de Monaco”, banca monegasca.
  14. Raffaele Santoro – ex presidente di Agip, coinvolto nell’inchiesta Mani Pulite ed arrestato nel marzo del 1993 per corruzione.
  15. Tommaso Addario – avvocato, condirettore dell’Italcasse nei primi anni ’80, ai tempi di Giuseppe Arcaini, quando l’Istituto bancario venne travolto dall’inchiesta sui fondi neri.
  16. Pietro Arvedi D’Emilei – conte veneto, titolare dell’omonima azienda agricola e presidente dell Verona Calcio.
  17. Il cane Gunther IV – ex editore de “l’Unità”.