Non sono mafioso, è che mi disegnano così

Hanno condannato Marcello Dell’Utri in secondo grado a sette anni per “concorso esterno in associazione mafiosa“, in secondo grado, in primo grado gli anni erano nove. Ma Marcellino è fiducioso e si aspetta “una sentenza finale diversa“, e sul caso Mangano conferma “A Berlusconi serviva un fattore che fosse competente di cavalli e cani, io ho detto che nell’ambito delle mie conoscenze c’era una persona competente in questo settore. Lui lo ha visto, gli è piaciuto ed è stato assunto“.

Acuta e puntuale (come sempre!) la puntualizzazione della Ministra alla Distruzione Mariastella Gelmini che dopo un bianco e Aperol dichiara “Conoscendo bene sia il premier Berlusconi sia il senatore Dell’Utri, l’accusa di aver assunto Mangano per proteggere il premier mi appare totalmente inverosimile e sono sicura che il prossimo grado di giudizio potrà ristabilire la verità“.

Comunque stasera il Ministro dell’Interno con Angolo Cottura Roberto Maroni sarà ospite del programma “Vieni via con me” per leggere la lista degli arresti eccellenti di latitanti di rango. Ancora  a piede libero Messina Denaro, Michele Zagaria e Silvio Berlusconi. Ma date tempo al tempo.

Annunci

Di giorno in giorno, di male in peggio

L’Ulivo sorpassa il Pdl ma manca il gran premio di Abu Dhabi.

Assolti tutti e cinque gli imputati per la strage di Piazza della Loggia. Ora le attenzioni degli inquirenti si concentrano su Alfredo lo stambecco. Il caprino sarebbe indagato anche per i delitti di Cogne, Garlasco, Avetrana e per le Stragi di Bologna e Ustica.

La Regione Lazio oscura alcuni dei principali siti di informazione gay classificandoli come “pornografici“. Per la legge del menga (legge reintrodotta recentemente dalla giunta di Renata Polverini) catalogato Vatican.va come sito “pedopornografico“.

Catturata l’antimateria. Il ministro MaroniOggi festeggio questa grande vittoria“, e il Tg5 lo loda e lo imbroda.

Intanto nella capitale scende l’inquinamento e tornano gli uccelli.

Per tutto il resto c’è Mastercard

E’ tutto un magna magna

Umberto Bossi e Gianni Alemanno all’abbuffata della pace

15.000 EURO:
i soldini intascati dall’assessore leghista Alessandro Costa, indagato per sfruttamento della prostituzione dalla procura di Padova.

28.000 EURO:
il danno erariale causato dall’uso improprio dell’auto blu di servizio da parte dell’ex presidente del Consiglio regionale del Friuli, Eduard Ballaman.

30.000 EURO:
il costo per la rimozione dei simboli del “sole padano” dalla scuola elementare  di Adro.

40.000 EURO:
sono i soldi percepiti dal Ministro Maroni per alcune consulenze legali dal gruppo Mythos, che “secondo l’accusa era diventato una centrale nazionale dell’evasione e della corruzione fiscale”.

800.000 EURO:
il rimborso illegale di Maurizio Grassano, deputato leghista, per truffa aggravata ai danni del Comune di Alessandria.

PS: ricerca fatta a tempo (poco) perso… attendiamo aggiornamenti.

Botta, risposta e Bettino

A Ciriaco De Mita che dichiara “Giusto riabilitare Bettino Craxi” replica il ministro Roberto Maroni che afferma “Clandestini troppo tollerati“.

Guerriglia separatista calabrese

Anche gli immigrati di Rosarno dovevano partecipare alla prossima edizione della Coppa d’Africa ma li hanno aggrediti prima della partenza.

PS: il punto di vista di Roberto Saviano

Francesco Cossiga dixit

“Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interni (…). Gli universitari? Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Le forze dell’ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì”.

da “Quotidiano nazionale” del 23 ottobre 2008.

via Piovono Rane e Macchianera.

Porco Monday

Quest’uomo sarà vicepremier.