Rai ahi ahi ahi

Stralci dell’esaustivo articolo di Curzio Maltese sull’annosa questione dei compensi Rai.

su Brunetta/Fazio/Crozza
Renato Brunetta è riuscito a bloccare i contratti Rai con Maurizio Crozza e Roberto Benigni. Vale a dire, il meglio che la televisione italiana riesce a esprimere fra tanta spazzatura. A Mediaset possono festeggiare. In questi giorni si firmano i contratti pubblicitari e l’assenza di due campioni di ascolti come Benigni e Crozza dai palinsesti della concorrenza è una bella notizia per le tv di Berlusconi.

su Augusto Minzolini
Augusto Minzolini, che ha portato il telegiornale ai minimi di ascolti, procurato alla Rai una multa record di 350 mila euro per violazione del pluralismo ed è stato infine premiato, per servigi resi (non agli spettatori), con la nomina a senatore nelle liste berlusconiane, dove continua a prendere 13 o 14 mila euro al mese dalle nostre tasse.

su Beppe Grillo
Quanto a Beppe Grillo (che si vantava di prendere dalla Rai 350 milioni di lire per una singola ospitata al festival di Sanremo. L’equivalente di 393 mila euro di oggi), per un giorno, siamo alle comiche. D’accordo che in Italia la coerenza non è la prima cosa e il Paese vive di memoria corta. D’accordo che quando c’è da dare una mano a Berlusconi, nei fatti, il “Che” Beppe non si tira mai indietro, Ma il pioniere dei mega compensi Rai che definisce il contratto di Fazio “un insulto alla condizione del Paese e ai lavoratori Rai”, perdonateci, non si può sentire.

>> Leggi l’articolo completo <<

Annunci

I don’t understand

I quarantanni di Democrazia Cristiana, i quindici anni di Berlusconi e gli ultimi due Festival di Sanremo dimostrano che in Italia il voto popolare è controproducente.

La maggioranza è troppo stupida e la minoranza troppo saccente.

Lo pensa anche Travaglio che battibeccando con Santoro afferma:

Non nutro la tua (di Santoro, nda) stessa fiducia nel “pubblico” che saprebbe tutto e riuscirebbe da solo a distinguere ciò che è vero da ciò che è falso.

Intanto Berlusconi si scaglia contro la corruzione imperante e dice:

Dobbiamo tornare allo spirito del ’94, quando è nata Forza Italia… e Dell’Utri grida presente!

Per fortuna c’è Minzolini.

Villari, la poltrona e lo scudo crociato

Appurato che “fidarsi è bene e non fidarsi è meglio”, specie di un ex democristiano, ora un dubbio sorge spontaneo:

Solita furbata del Cavaliere o ennesima minchiata di Walterino?

Collocamento

rai-logo.gif

Un Silvio Berlusconi furente promette azioni legali e dichiara:
“In Rai sono tutti raccomandati a partire dal Direttore Generale, lavora solo chi si prostituisce o è di sinistra”.

Allora Bruno Vespa si prostituisce!?

RAI – Di tutto, di più!

vignettebc-intercettazioni-rai-mediaset.gif
by Vignettebc

Il 2 Aprile 2005, poco prima delle 22, l’agenzia Ansa batte la notizia della scomparsa di Papa Giovanni Paolo II.
In RAI arriva una telefonata direttamente da Arcore:
Mister X
Ho paura per le elezioni e per il probabile forte astensionismo dei cattolici dopo la morte del Papa!
Mister Y
Non si preoccupi Mister X, il signor Bruno Vespa ha già pronto uno scoop “ad hoc” per la puntata di “Porta a Porta” di questa sera.
Mister X
Quale scoop?
Mister Y
Il Papa era allergico alla mortadella e tifava segretamente per il Milan.