Oh mamma mia la polizia!

“Ecco il gruppo Coisp che manifesta sotto il mio ufficio”.

Questo scriveva qualche giorno fa su Facebook Patrizia Moretti, la mamma di Federico Aldrovandi, il ragazzo ucciso da 4 agenti di polizia il 25 settembre del 2005.

Ma cos’è il Coisp?
Il CO.I.S.P, Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia. Dicono di loro: “Il COISP è nato per andare controcorrente… Sia di fronte a quei responsabili politici che hanno più volte dimostrato di preferire Forze di polizia militari, sia di fronte alla gente comune, per la quale vogliamo tornare ad essere un riferimento primario“.

Talmente controcorrente che l’altro giorno, al grido di “Poliziotti in carcere, criminali fuori, la legge è uguale per tutti?” hanno inscenato un presidio davanti alla sede del Comune di Ferrara (dove la madre di Aldrovandi lavora) con tanto di bandiere e manifesti di solidarietà per gli agenti condannati per l’omicidio di Federico Aldrovandi.

Talmente controcorrente da affittare un camper per solidarizzare con i colleghi sotto processo.

E solo poche settimane fa un altro sindacato autonomo, il SAP, aveva atteso fuori dal tribunale di Bologna uno dei quattro assassini per festeggiarlo con bandiere, pacche e applausi.

Nel mentre la madre di Federico è stata assolta dal tribunale di Mantova dalle accuse di diffamazione nei confronti della pm Mariaemanuela Guerra (criticata dalla famiglia per non essere andata quel mattino sul posto e non aver dato subito impulso alle indagini).

UPDATE

  • Anonymous blocca il sito del C.O.I.S.P.
  • Stasera sit-in degli amici di Federico.

patrizia-moretti-federico-aldrovandi

Annunci

Rustichelle e pallottole

Sparare ad una macchina degustando una rustichella rovente nuoce gravemente alla salute di chi colpisci.

Viva l’Italia, l’Italia eliminata

Sarà probabilmente uno degli ultimi processi eccellenti in terra italica, quello a Marcello Lippi… a meno che non lo facciano Ministro.

Di papi in papi

Evidentemente rinviare i processi a data da destinare è un vizio di famiglia… allargata.

Ogni ver non è ben detto

… e Sua Santità Papa Silvio Berlusconi da Arcore continua a non dire quello che dice e a non fare quello che fa. (Fonte Smentita)

Condannato il Papa, assolto Bin Laden

Con le sue recenti affermazioni sull’uso del preservativo il Pontefice è reo della diffusione del virus Hiv e della morte di milioni di persone.

L’Avvocato del Diavolo

Silvio canta e porta la croce

Ops… il lodo Alfano è incostituzionale.

Forze dell’ordine costituito

Ciao raga, tutto rego!

In un paese dove è reato bivaccare e lecito bastonare, l’assoluzione dei 45 poliziotti, dirigenti, guardie carcerarie e medici imputati di aver sottoposto a violenze ed abusi più di duecento no global nella caserma di Bolzaneto è una cosa logica. Sarebbe stato assurdo il contrario.

PS: i ventiquattro anni di condanna inflitti (contro gli ottanta chiesti dalla pubblica accusa) sono caduti in prescrizione.

PS2: Tra i 30 imputati assolti anche un certo Oronzo Doria, al tempo dei fatti colonnello (di polizia), ora generale!?

La fortuna è cieca e il cane guida vota PdL

Se avete commesso un reato penale prima del 30 giugno 2002 ed il vostro processo si trova in uno stato compreso tra la fissazione dell’udienza preliminare e la chiusura del dibattimento di primo grado siete fortunati… o siete Berlusconi.