Illuminati col coulomb degli altri

Che che ne dicano gli amici del pub, quelli che hanno quasi quarant’anni e dopo una vita di accidia civica decidono unilateralmente che proprio per questo motivo loro sono scevri da ogni sorta di condizionamento ideologico e quindi possono farti la paternale e dirti che solo l’uomo riccio ha le tasche colme di verità, ho deciso (mio malgrado, ndr) di rinnovare la tessera del Partito Democratico.

Ho anche già deciso per chi votare… Pippo Civati, quindi non mandatemi terabyte di mail dell’ultimo minuto con su il faccione di Pittella o gli zigomi di Cuperlo, ne tanto meno una rivisitazione poetica del manifesto “cambia verso” del supergiovane Renzi.

mattero renzi - cambia verso

Annunci

#Partito_Digitale

Immagine

hhh

Lunedì 4 Febbraio ci si vede alle 18.00 nella sede del Circolo Pd di Porto Maurizio (Via San Maurizio) per chiacchierare del rapporto tra politica e rete, delle passate primarie, delle future elezioni e di quello che ci sta in mezzo… ma anche dopo.

Il tutto in compagnia di Pippo Civati (Consigliere Regionale lombardo e candidato Pd alla Camera – dal suo libro “Il Partito Digitale, il Pd che viene dal futuro” prende spunto l’incontro), di Luca Pastorino (Sindaco di Bogliasco e candidato Pd alla Camera), di Giorgio Montanari (ex Consigliere Comunale Pd ad Imperia) e del sottoscritto.

Parlerò soprattutto di Servellu anche se ci vado come Negroski.

grazie ad Ale e Giorgio per l’invito


UPDATE DEL GIORNO DOPO
Una foto presa a caso dal mazzo.

partito-digitale-imperia-civati

Primarie e Segreti di Satira

Il “primarista” secondo Il Terzo Segreto di Satira.

Beppe Grillo e il pagerank

Un modo come un altro per aumentare contatti, spettacoli ed introiti. E’ pur sempre un genovese.

Gianroberto Casaleggio

Per il rinnovamento della politica

Ho la soluzione!

Eliminare fisicamente (e sottolineo fisicamente) tutti i politici, politicanti e politichini over 40, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

PS: partendo da questo presupposto.

Yes, I go… away

Non è “mai stato comunista” ma era uno di quelli più a sinistra.
Ora non vorrei dover presentare anche un certificato di cresima alle prossime Primarie!?

Martina

C’era una barzelletta non propriamente politically correct che parlava di una bambina di nome Martina, una bambina molto sfortunata…
Martina era una bambina molto sfortunata perchè era zoppa, ma era felice perchè cantava…
Martina era una bambina molto sfortunata perchè era cieca, ma era felice perchè cantava…
Martina era una bambina molto sfortunata perchè era povera, ma era felice perchè cantava…
Mario Adinolfi in questo momento mi ricorda un pò quella Martina.
Ha preso lo 0,1 per cento alle primarie, ma è felice perchè canta…


PS: Gawronski neppure canta!

Uòlter for president

Stando ai dati de “Il Giornale” il 75,7 per cento dei clandestini e dei minorenni ha votato Walter Veltroni.
Il 13,2 per cento Rosy Bindi
Il 10,9 per cento Enrico Letta
Lo 0,1 per cento Mario Adinolfi
Lo 0,1 per cento Piergiorgio Gawronski

Con quella faccia un po’ così

primarie-dem.JPG

Domenica bestiale

Ci sono le Primarie del Partito Democratico!
Ed io che volevo fare un week-end sul lago alla Fabio Concato.

I candidati alla fine sono questi:
Mario Adinolfi
Rosy Bindy
Piergiorgio Gawronski
Enrico Letta
Walter Veltroni

“Puoi votare se hai almeno 16 anni e sei: cittadino italiano, cittadino europeo con residenza in Italia, o cittadino di un altro paese con permesso di soggiorno in Italia. Per votare basta un documento d’identità e la tessera elettorale.”
“Il contributo minimo per il voto è di solo 1 euro.”

A sto giro niente lago!