Repetita iuvant

Da uno studio condotto dai ricercatori dell’università di Cambridge e pubblicato dal Journal of Neuroscience si è scoperto che per imparare nuove parole è sufficiente ripeterle 160 volte.

Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino, Berlusconi malandrino…

A questo punto andate avanti voi… bastano quattordici minuti, e magari provate a suggerirlo a qualche vostro amico che guarda solo Studio Aperto.

Cmoe i coavli a mrednea

Sneocdo uno sdtiuo dlel’Untisverià di Cadmbrige, non irmptoa cmoe snoo sctrite le plaroe, tutte le letetre posnsoo esesre al pstoo sbgalaito, è ipmtortane sloo che la prmia e l’umltia letrtea saino al ptoso gtsiuo, il rteso non ctona.
Il cerlvelo è comquune semrpe in gdrao di decraifre tttuo qtueso coas, pcheré non lgege ongi silngoa ltetrea, ma lgege la palroa nel suo insmiee… vstio?