United Colors of Photoshop

Kiss me, piripi piri pì.

UPDATE: quella del Papa è sparita, quella con Silvio è tornata.

Quanto ci costa la fede?

L’esistenza è in dubbio ma una cosa è certa: Dio ha le mani bucate.
Ogni anno lo stato italiano gira sul conto di Benny circa 4 miliardi di euro, tra finanziamenti diretti e altri tipi di oneri:

  • otto per mille
  • finanziamenti a scuole ed università private cattoliche
  • contrattualistica differenziata per gli insegnanti di religione cattolica nella scuola pubblica
  • finanziamenti a mezzi di comunicazione cattolici
  • finanziamenti per infrastrutture di proprietà dello Stato Vaticano (acqua e depuratori del Papa ad esempio)
  • finanziamenti per l’assistenza religiosa negli ospedali pubblici
  • esenzioni fiscali
  • grandi eventi (il Giubileo 2000 costato allo Stato quasi 2 milioni di euro)

La Chiesa Cattolica costa agli italiani quanto il sistema politico ma lì l’investitura arriva dall’alto… anzi dall’altissimo.

Minchiate a random

Enne notizie che (forse) non vi cambieranno la vita:

Meno male che Pontifex c’è

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! In una società sempre più votata alla fornicazione incontrollata ed al vile canzonamento dei più deboli, il sito curato dal moderato Bruno Volpe ci riporta agli antichi valori, quei valori che hanno contraddistinto la nostra caritatevole e comprensiva storia: “o con noi o all’inferno“.

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! In una nazione dove un uomo con l’orecchino e dichiaratamente sodomita può permettersi di governare una regione solare e cattolica come la Puglia c’è bisogno di ritrovare il senso della morale e della civiltà.

Per fortuna c’è pontifex.roma.it! Perchè opinioni come queste aiutano il confronto e la crescita di una società alla deriva:

  1. Santoro e Vauro, grossolani e ignoranti. Una vergogna insultare il Papa. Berlusconi? Contro di lui un assedio mediatico. I figli di Elton John e della Nannini? Due sventurati, avranno i soldi, ma che altro?
  2. Vendola critica l’ altrui bunga bunga che intanto non é nulla di male, ma almeno avviene con donne. Prediche, da certi pulpiti, lasciano per lo meno perplessi, viste per le predilezioni particolari.
  3. Educazione sessuale spesso occasione di libertinaggio e attentato ai valori cattolici. Bene ha fatto il Papa. Attenti a non incoraggiare pratiche contro natura come la omosessualità.
  4. Le coppie gay? Fanno porcherie. Convivenza more uxorio gravissimo peccato. Oggi si mette il sociale davanti a Dio, anche nella chiesa.
  5. Ebrei, basta! Dio illumini i cuori degli ebrei, si convertano. Dopo Giovanni Paolo II attendiamo Pio XII, ostacolato dal pregiudizio ebraico.

Anche se poi qualche volta si autosmetisce:

  1. Italia, situazione insostenibile, dobbiamo ritrovare il senso della morale e della civiltà. Mi vergogno di andare fuori Italia, siamo diventati una barzelletta (vedi precedente punto 1 con chiara difesa del PresDelCons).

Ma a noi pontifex.roma.it piace così… genuino, misurato e sincero, evviva pontifex evviva la tolleranza!

PS: se poi vai sul motore di ricerca interno al sito e provi a digitare la parola “pedofilia” ti escono quattro articoli in croce (facendo le giuste proporzioni ci sono più articoli sulla cacciata dell’ex allenatore dell’Inter Benitez), per lo più interviste e su questo stile:

Il cardinal Bagnasco ha detto che probabilmente anche in Italia sarebbero stati occultati casi di pedofilia: ” io non ne ho conoscenza, se lo dice lui. Ma personalmente, riconoscendogli la piena buona fede, sarei stato zitto e meglio avrebbe fatto a tacere”.

Sei proprio un gondone!

Parla, parla ma alla fine non conclude un’emerita mazza… è un furbacchione! Dalle mie parti si dice “sei proprio un gondone!“. Di chi parlo? Ma di Silvio B. che minaccia leggi bavaglio e repressioni ma alla fine si limita a comprare Cassano A. e qualche parlamentare d’opposizione.

In Europa c’è gente che fa quello che dice… in Ungheria il premier di destra Orban ha fatto approvare una legge che sopprime le redazioni giornalistiche e introduce multe pesantissime per chi pubblica articoli che “violano l’interesse pubblico”.

In Europa c’è gente che fa quello che dice… in Bielorussia il presidente Lukashenko ha fatto reprimere violentemente le proteste scoppiate dopo la sua (quarta) riconferma.

Cribbio!!!

PS: anche il Papa è un gondone.

Biancaneve e i sette colli

Domenico “Ue Ue” Scilipoti ha perso la testa ma nessuno ha notato la differenza… il culo si è dimostrato all’altezza. (Fonte La sua Ultima Colonscopia)

Berlusconi dichiaraAltri otto con me“. Biancaneve come la Polidori? Già aperto un gruppo su Facebook contro la transfuga protagonista dell’omonimo cartone animato. (Fonte Walt Disney)

Perchè il venerdì 17  fa così paura? Perche anagrammato diventa “La Russa“. (Fonte L’Almanacco del Giorno Dopo)

Il Papa:  “Cristiani i piu’ perseguitati“. Effettivamente la legge contro la pedofilia è una sorta di accanimento giudiziario… le solite toghe rosse (e laiche). (Fonte Battesimale)

Papi, palpeggiamenti e cornamuse

Benedetto XVI è volato a Edimburgo per tastare con le proprie mani il polso della situazione…. i polsi dei bambini sono già stati tastati abbastanza. (Fonte Battesimale)

UPDATE: secondo Pontifex chi contesta il Papa è un anti Cristo.
UPDATE2: sempre secondo Pontifex la pedofilia nella Chiesa è solo una macchinazione satanica e l’omosessualità, come ogni peccato, è demoniaca.

Slogan avanguardista #2

La Chiesa è cancerogena.

Verità o penitenza?

Che palle giocare con Benny, sceglie sempre penitenza.

Tarcisio Bertone dixit

Molti sociologi, molti psichiatri hanno dimostrato che non c’è relazione tra celibato e pedofilia e invece molti altri hanno dimostrato, me lo hanno detto recentemente, che c’è una relazione tra omosessualità e pedofilia. Si tratta di una patologia che interessa tutte le categorie sociali, e preti in minor grado in termini percentuali.

Tarcisio Bertone

NOTA: Il celibato non dovrebbe essere un obbligo legato al sacerdozio, tanto è vero che fino all’anno 1100 circa sacerdoti e vescovi potevano sposarsi regolarmente (gli apostoli erano sposati e hanno continuato ad esserlo). Il celibato divenne effettivamente vincolante solo dopo il Concilio di Trento (1545), che ne sancì, in forma inequivocabile, l’obbligo, per tutti i futuri sacerdoti. Furono motivi molto “terreni” quelli che portarono al celibato sacerdotale: non si volevano suddividere con le eredità i beni ecclesiastici che allora erano ingenti.  Fonti Varie