Due piccioni con una fava

Se la Bonino vince le regionali io esco dal Pd

Paola Binetti

Annunci

Quelli del Pd sono tutti gay

Da “Trattato di psicosessuologia” di Giuseppe Povia

“Mia madre mi ha voluto troppo bene un bene diventato ossessione piena delle sue convinzioni ed io non respiravo per le sue attenzioni”

“Mio padre non prendeva decisioni ed io non ci riuscivo mai a parlare stava fuori tutto il giorno per lavoro io avevo l’impressione che non fosse troppo vero”

Ma possono guarire!

Buon 1563

La richiesta di moratoria sull’aborto lanciata da Giuliano Ferrara, cavalcata da Forza Italia, solennizzata dal cardinale Camillo Ruini e abbeverata dalla senatrice Paola Binetti mi sembra (giudizio personale!) anacronistica e fuori luogo (come quel cappellino rosso e buffo che indossa quell’omino vestito di bianco che parla con quel simpatico accento tedesco!).
“La legge 194 è datata” dice la Paola Binetti, anche la Binetti è datata dico io. Rimembro alla vetusta senatrice e agli adepti di quella setta della quale non ricordo mai il nome (Cattolicesimo forse? o Scientology?) che gli aborti ci sono sempre stati e sempre ci saranno (ahinoi… e nessuno ha mai brindato dopo un aborto!); una legge che contribuisca a combattere l’aborto clandestino e che fornisca alle donne le tutele e gli aiuti per una maternità consapevole c’è solo da trentanni.

PS: nel 1563 termina il Concilio di Trento ed inizia la Controriforma. Lo so, sono ripetitivo anche nei link!