Riviste che ci meritiamo

L’inserto allegato all’ultimo numero di Visto.

visto-barzellette-gay

foto @neodie

Chi di rete ferisce…

Perché Nigel Farage è considerato uno di estrema destra (non solo dai troll piddini e dalla stampa di regime):

La scatoletta di tonno è nella testa di Beppe
Così no. Così non si fa. Non si elude scientificamente la domanda ‘ma siete di destra o di sinistra’ durante tutta una campagna elettorale, e non solo, con l’esplicita finalità di non restringere il bacino elettorale in cui attingere voti, per poi, con le urne ancora calde, prendere il primo volo alla volta di Bruxelles e andare ad ipotizzare accordi con Nigel Farage. [continua su “Il Fatto Quotidiano]

Dario Fo: “Beppe Grillo stai attento a Farage”
Mi fido della capacità di analisi di G&C. Però ricordo che Farage ha valori diversi, viene dalla destra profonda. Chi si avvicina al M5S è attratto dalla sincerità, dall’onestà, da atteggiamenti e scelte positive, non vale lo stesso per l’Ukip. [continua su HuffingtonPost]

L’ironico Farage
Tutte le frasi su donne, immigrati, Europa, gay di Nigel Farage e di altri membri dell’Ukip. [via Giulio Cavalli]

Bo8W3ppIMAAt0L5

Links for 2011-09-23

La prima lista dei politici gay e omofobi italiani.

Sono gay friendly (esclusi i festivi)

Noi integerrimi italiani che facciamo della nostra coerenza un vanto oggi ci strappiamo i capelli e ci vergogniamo della pessima uscita del nostro caro PresDelCons… oggi. Tra qualche settimana festeggeremo strabordanti d’ammore cosmico la nascita del figlio di un Dio omofobico e maschilista.

Nessuna nuova, buona nuova!?

La ministra delle Pari e Patta Opportunità Mara Carfagna ha deciso:
soppressa la commissione per i diritti e le pari opportunità delle persone GLBT ed eliminata dal sito del dicastero la pagina dedicata alla lotta all’omofobia.
In compenso, da oggi, tronisti e veline senza lavoro potranno ottenere l’indennità di disoccupazione.

Nel mentre il Financial Times da del despota a Berlusconi (“ha squadre di starlette e non di camicie nere ma è esempio deleterio“), Umberto Bossi gli da dell’impotente, Emilio Fede je da de lingua.

Il solito tran tran…

Sugli omofobi d’oggi ci scatarro su

Luca non è più gay grazie ad Arkeon.

triangolo-rosa

Cannavaro era gay

“I gay nel calcio non esistono” ha detto quel bischero di Marcello Lippi, l’allenatore della celeste Italia, Italia capitanata dallo scultoreo Fabio Cannavaro, l’omofobo con più unghie che neuroni, quello che dice che “Gomorra non giova all’immagine dell’Italia nel mondo. Abbiamo già tante etichette negative”.
Il tatuato Fabio Cannavaro quello che è contro i matrimoni gay perchè “su quello, forse, sono più italiano”. Il rasato Fabio Cannavaro che a Madrid sventolò un tricolore con un fascio littorio al centro.

In Italia Gay è fastidio… ma ancora per poco. Nei prossimi giorni il “cantautore” Povia ed il suo amico ex gay Luca presenteranno al mondo la miracolosa pastiglia “Non più Gay”.

Soddisfatti o deportati.

PS: e mentre nella Striscia di Gaza il bilancio delle vittime parla ormai di più di 600 morti (100 bambini) e quasi 3.500 feriti, il mondo piange la scomparsa di India, il gatto del presidente degli Stati Uniti d’America in carica George Walker Bush.

Colazione da Mara

Anche Adolf Hitler non discriminava gli omosessuali, li bruciava e basta… senza rancore.