Index of ignorance

Come quando ti dicono “Ma quanto sei simpatico!” ma tu non cogli il sarcasmo e non ti rendi conto di stare sul cazzo (quasi) a tutti.
Questione di percezioni sbagliate. Non sei stato abbastanza attento, non hai approfondito e ti sei fatto un’idea sbagliata.

Esempio:
Alla domanda “In percentuale, quanti sono secondo te gli immigrati nel tuo paese?”, un italiano generalmente risponde il 30% (valore percepito). La realtà dice il 7%.

Percepite male anche le percentuali riguardanti il numero di disoccupati (49 a 12), anziani (48 a 21) e musulmani (20 a 4). Comunque trovate tutto qui.

Annunci

Chi di rete ferisce…

Perché Nigel Farage è considerato uno di estrema destra (non solo dai troll piddini e dalla stampa di regime):

La scatoletta di tonno è nella testa di Beppe
Così no. Così non si fa. Non si elude scientificamente la domanda ‘ma siete di destra o di sinistra’ durante tutta una campagna elettorale, e non solo, con l’esplicita finalità di non restringere il bacino elettorale in cui attingere voti, per poi, con le urne ancora calde, prendere il primo volo alla volta di Bruxelles e andare ad ipotizzare accordi con Nigel Farage. [continua su “Il Fatto Quotidiano]

Dario Fo: “Beppe Grillo stai attento a Farage”
Mi fido della capacità di analisi di G&C. Però ricordo che Farage ha valori diversi, viene dalla destra profonda. Chi si avvicina al M5S è attratto dalla sincerità, dall’onestà, da atteggiamenti e scelte positive, non vale lo stesso per l’Ukip. [continua su HuffingtonPost]

L’ironico Farage
Tutte le frasi su donne, immigrati, Europa, gay di Nigel Farage e di altri membri dell’Ukip. [via Giulio Cavalli]

Bo8W3ppIMAAt0L5

Lampedusa Mon Amour


Alcuni dei video girati dai sommozzatori delle forze dell’ordine, durante le operazioni per il recupero delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 a Lampedusa (isola dei Conigli), la più grande tragedia dell’immigrazione nel Mediterraneo (366 morti, 20 dispersi e 155 superstiti).

LEGGI ANCHE

Osama Bin Lampedusa

Secondo Fortress Europe (l’osservatorio on line sulle vittime dell’immigrazione), dal 1994 ad oggi nel solo canale di Sicilia sono morte oltre 6.200 persone, due 11 settembre e 1/2.

UPDATE: per chi non sa leggere ecco un’immagine.

La mamma di quelli con la cravatta verde è sempre incinta

Qualche giorno fa, in relazione alla notizia (pubblicata su un sito “specializzato” nel raccogliere news di reati commessi da cittadini stranieri) di un tentato stupro da parte di un immigrato africano, la consigliera leghista Dolores Valandro postava sulla sua bacheca di Facebook questo commento contro il ministro Kyenge:

Ma mai nessuno che se la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato? Vergogna.

Ieri, in risposta all’affermazione del ministro Kyenge che definisce gli immigrati come una risorsa, sulla pagina ufficiale della Lega Nord di Legnago appare un:

Se sono una risorsa…va a fare il ministro in Congo! Ebete.

Poi arriva la leghista “ambientalista” Rossella Colombo, consigliere con delega a Pari opportunità, Politiche giovanili e della famiglia, che in riferimento all’assegnazione delle case popolari ai cittadini stranieri afferma:

Bruciare gli immigrati? Attenzione, però, il loro fumo inquina.

In conclusione l'”animalista” Anna Giulia Giovacchini, leghista di Monza, che commentando la tragedia del canale di Sicilia, dove alcuni immigrati hanno tentato di salvarsi dall’annegamento aggrappandondosi alle gabbie dei tonni, sul suo profilo Facebook (con foto di gattini) scrive:

Quindi le gabbie dei tonni non solo uccidono i poveri pesci, ma danneggiano anche gli italiani, vegetariani o onnivori. Un motivo in più per non mangiare tonno”.

Benvenuti a Lampedusa

Forze del disordine costituito

A Brescia (Italia), al presidio organizzato a sostegno dei sei immigrati saliti sulla gru per chiedere la regolarizzazione, un funzionario di Polizia invita i manifestanti ad “andare in qualche locale, ma non qui“, l’interlocutore ribatte “non s’inventi gli assembramenti” e lui ordina la carica.

Qui Il video originale diffuso dal sito peacereporter.it.

Guerriglia separatista calabrese

Anche gli immigrati di Rosarno dovevano partecipare alla prossima edizione della Coppa d’Africa ma li hanno aggrediti prima della partenza.

PS: il punto di vista di Roberto Saviano

Un bus di colore viola

Ha ragione la Lega Nord
Questi sporchi negri (o mulatti… comunque scuri!) vengono in Italia, ci portano via il lavoro, stuprano le nostre donne, non pagano le tasse e lo Stato cosa fa?

Gli regala un bus!

Dal vangelo secondo Gentilini

Ecco i passi salienti del discorso fatto dal mirabile vicesindaco della ridente città di Treviso Giancarlo Gentilini dal palco della festa della Lega Nord a Venezia il 14 settembre scorso:

“Popolo della Legaaaa La Lega si è svegliataaaaaa Le mura di Roma stanno crollando sotto i colpi di maglio della Lega. La mia parola è rivoluzione. Questo è il vangelo secondo Gentilini, il decalogo del primo sindaco sceriffo. Voglio la rivoluzione contro i clandestini. Voglio la rivoluzione contro i campi dei nomadi e degli zingari. Io ne ho distrutti due a Treviso. E adesso non ce n’è più neanche Uno Voglio eliminare i bambini che vanno a rubare agli anzianiiiiii Se Maroni ha detto tolleranza zero, io voglio la tolleranza doppio zero. Voglio la rivoluzione contro le televisione i giornali che infangano la Lega. Prenderò dei turaccioli per ficcarli in bocca e su per il culo a quei giornalisti. Non li voglio più vedere… Voglio la rivoluzione contro le prostitute. Anche loro devono pagare le tasse. Tutti pagano le tasse e devono pagarle anche le prostitute. Voglio la rivoluzione contro quelli che vogliono aprire le moschee e i centri islamici. Qui comprese le gerarchie eclesiastiche, che dicono: lasciamoli pregare. No Vanno a pregare nei desertiiiii Aprirò una fabbrica di tappeti per darglieli ma che vadano a pregare nel deserto. Bastaaaaaa Ho scritto anche al Papa: Islamici, che tornino nei loro paesi. Voglio la rivoluzione contro la magistratura. Ad applicare le leggi devono essere i giudici veneti.

Voglio la rivoluzione contro chi vuole dare la pensione agli anziani familiari delle badanti extracomunitarie. Sono denari nostriiiiii E io me li tengo. Questo è il vangelo di Gentilini: tutto a noi e se avanza qualcosa agli altri… Ma non avanzerà niente Voglio la rivoluzione contro i phone center i cui avventori si mettono a mangiare in piena notte e poi pisciano sui muri: che vadano a pisciare nelle loro moscheeeee Voglio la rivoluzione contro i veli e il burqa delle donne. Io voglio vedere le donne in viso, anche perché dietro il velo ci potrebbe essere un terrorista e avere un mitra in mezzo alle gambe. Che mostrino l’ombelico caso mai….

Ho scritto al presidente della Repubblica che bisogna dare un riconoscimento all’usciere di Ca’ Rezzonico che ha vietato l’ingresso alla donna islamica. Io voglio la rivoluzione contro chi dice che devo mangiarmi la spazzatura di Napoli. Io la prendo e la macino e poi se la devono mangiare loro perché sono loro che l’hanno prodotta Io non lo tollero…Io voglio la rivoluzione contro chi vorrebbe dare il voto agli extracomunitari. Non voglio vedere neri, marroni o grigi che insegnano ai nostri bambini. Cosa insegneranno, la civiltà del deserto? Il voto spetta solo a noi. Ho bisogno del popolo leghista.

Queste sono le parole del vangelo secondo Gentilini. Ho bisogno di voi. Statemi vicini. Non voglio vedere questa gente che gira di giorno e di notte. Un abbraccio a tutti, viva la Lega”.

Lo “sceriffo” Giancarlo Gentilini è ora indagato dalla Procura di Venezia per istigazione all’odio razziale.
Qui altre massime dell’illuminato beone.
Qui per mandarlo cordialmente a cacare.