335.15.00.431 telefonare ore petting

La Procura aveva pubblicato solo le ultime tre cifre, Annozero ha mostrato le prime nove ed ecco il patatrac… ora tutta Italia conosce il numero di cellulare del PresDelCons.

Ho provato a chiamarlo per complimentarmi per la bella vittoria del Milan sul Bari ma niente, irraggiungibile.
Gli ho lasciato un messaggio in segreteria:

per 1.500 euro mi maschero da Antonio Di Pietro e mi faccio sculacciare dalla Santanchè davanti a Lele Mora vestito da Gullit“.

Nel mentre, dalle pagine del sempre equilibratoIl Giornale“, lo stesso Berlusconi fa sapere che è disposto a farsi processare ma solo nello studio di Forum da giudici femmine, super maggiorate, nude e con Bruno Sacchi legato ad uno spiedo con una copia dell’Unità tra i denti.

Per fortuna in Italia c’è la chiesa. Un deciso e (assai) critico comunicato del Vaticano condanna il premier reo di aver usurpato la supremazia della Santa Sede in materia di pedofilia.

Ma non tutto il male viene per nuocere! Se cercate casa a Milano Due sappiate che si sono liberati sette appartamenti
… e se siete veramente cazzuti potete anche risparmiare qualcosa sull’affitto tirando in ballo la dissolutezza dei precedenti locatari.

La sinistra? Pippe.

Annunci

Lacrime di coccodrillo

il-giornale-biagi-berlusconi.jpg

La redazione de “Il Giornale” diretto da Mario Giordano si è subito affrettata a precisare che Silvio Berlusconi apprezzava Enzo Biagi:

Prima ci fu “l’editto bulgaro,” poi Biagi venne allontanato dalla Rai, ma quest’anno sono arrivate parole di apprezzamento: Silvio Berlusconi dopo averlo messo nella lista di quanti facevano un “uso criminoso” della televisione pubblica ha avuto da politico e da uomo di televisione, parole di apprezzamento per Enzo Biagi dopo aver visto alla prima puntata di Rotocalco Televisivo. “Ho assistito alla prima delle due puntate e l’ho trovata veramente avvincente. Complimenti al dottor Biagi per questa nuova trasmissione!”, disse il 24 aprile Silvio Berlusconi.
L’ex premier ricordò nella stessa occasione di “non aver mai detto che non dovesse entrare in Rai, ma che non doveva partecipare a trasmissioni faziose”. Non non ho mai detto – precisò- che Biagi e gli altri non dovessero continuare in Rai. Ho detto che non avrebbero dovuto utilizzare il servizio pubblico per trasmissioni di parte. Magari calcando la mano dicendo che non bisogna fare un uso criminoso delle tv…”. Comunque, proseguì, “se il servizio pubblico, la televisione in generale, vengono usati in questo modo, lunga vita e lunga permanenza al dottor Biagi sulle reti pubbliche”. “Se vengono invece usate nel vecchio modo come parte della lotta politica”, concluse, “allora credo che questo non possa essere accettato, perché il servizio pubblico viene pagato da tutti noi”.

Uòlter for president

Stando ai dati de “Il Giornale” il 75,7 per cento dei clandestini e dei minorenni ha votato Walter Veltroni.
Il 13,2 per cento Rosy Bindi
Il 10,9 per cento Enrico Letta
Lo 0,1 per cento Mario Adinolfi
Lo 0,1 per cento Piergiorgio Gawronski