Blasphemous marketing

enhanced-buzz-26310-1364573354-1

il resto qui.

Annunci

Gesù sotto la gonna non porta le mutande

Ieri sera eravamo io, Dick Van Patten della famiglia Bradford, Giotto Panciotto e Gesù. Io ho pensato al vino, Dick all’ammazzacaffè, Giotto Panciotto al dolce, Gesù naturalmente al pane e al pesce. Tra un bicchiere e l’altro Gesù tira fuori il suo IPhone e ci dice “Leggete sta minchiata…”. Ve la riporto paro paro.

Come avevamo previsto (ma non ci voleva la zingara), il povero assessore Ripa, il quale si era messo forse in un pasticcio più grande di lui, è stato lapidato sia dall’arroganza di queste associazioni gay che solo il mitico Hoover avrebbe il coraggio di chiudere, che dal fuoco amico. Ma ormai il PDL, che accetta Monti e permette la presenza dei comunisti al governo, è capace di tutto; se ne accorgeranno alle prossime elezioni, razza di infedeli. Ripa, di fatto, non ha smentito ed ha detto che le sue dichiarazioni, nate per la vis polemica, sono state strumentalizzate e ha chiuso la vicenda con delle scuse. Vere, false? Non sappiamo. Ci chiediamo, tuttavia, a quale titolo, le organizzazioni gay ed anche alcuni politici, chiedano le dimissioni dell’assessore. Ha violato la legge? Ha commesso un reato? L’omofobia (ammesso che questa categoria esista) non è penalmente rilevante. Siamo davvero messi male, se le associazioni gay (dunque rappresentanti …

… chi è malato, ma che vuol propagare la malattia anche ai minori) pretendono di dettare la tabella di marcia.

Che dovrebbero fare, allora i cattolici davanti alle blasfemie del gay pride, in presenza di spettacoli blasfemi o dinanzi alla catto fobia ed all’odio che minaccia seriamente e quotidianamente credenti e Chiesa?

In tutta questa vicenda apprezziamo solo una cosa: la condotta dello stesso Vendola che non ha aperto bocca.

Bruno Volpe (Pontifex.roma.it)

La vicenda è questa.

Lo dico per il tuo bene

Sarà la barba incolta…
saranno i capelli scompigliati o questi jeans zozzi e rattoppati, sarà questo obsoleto ciclomotore che cavalco. Sarà questo mio aspetto spesse volte pallido e trasandato a spingere la gente a darmi “buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio“.

Il problema è che tutta questa saggezza che dovrebbe illuminare la mia nebulosa esistenza e rendermi una persona migliore non passa la buccia… neanche per osmosi.
I capelli continuano a scompigliarsi, i jeans a strapparsi, gli occhi si arrossano e le maglie si stropicciano.
Nonostante questo bastimento carico di “buoni consigli” occupi in modo solenne “tanta parte dell’ultimo orizzonte” la mia condotta continua ad offendere le coscienze e turbare la perpetua.
Grazie a tutti comunque… per l’impegno.

Scritto ascoltando “True as a Night” dei The Vines.

Black Christmas

Poi magari si scopre che Gesù era negro e va a puttane la teoria del white christmas. Di certo c’è solo che era filo-palestinese visti i suoi problemi con quelle braccine corte d’ebrei.

Gesù era nero? No, quello nero era Gullit

Ho due notizie, una buona e una cattiva.

La notizia buona è che la Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo ha stabilito che da oggi tutte le scuole della UE dovranno esporre una foto di Ruud Gullit in ogni aula. La notizia cattiva è che quelli del Ku Klux Klan non sono tanto d’accordo.

Mater semper certa

tumblr_kpf44cGcO21qzewk6o1_500

da quiqui partendo da

Big Fish – Le storie di una vita incredibile

Gesù sostituisce San Pietro alla porta del paradiso.
Insomma, Gesù gli stava dando una mano, quando vede arrivare un uomo che procede a fatica lungo il sentiero che porta al paradiso.
“Che cosa hai fatto per essere ammesso nel regno dei cieli?” gli chiede Gesù. E l’uomo risponde “Be’, in verità niente di importante. Sono un povero falegname che ha vissuto tranquillo. L’unica cosa importante della mia vita è stato mio figlio”.
“Tuo figlio?” chiede Gesù, improvvisamente interessato. “Sì, era quasi un figlio” dice l’uomo. “È nato in modo un pò insolito e poi si è trasformato. È diventato famoso in tutto il mondo e molti ancora lo amano”. Cristo guarda l’uomo, lo abbraccia stretto e dice “Padre, padre!”.
Il vecchio ricambia l’abbraccio e dice “Pinocchio?”

tratto da “Big Fish” di Daniel Wallace

Holy Family Incest

Madonna se la fa con Jesus.

Dio ha smesso di esistere

In un comunicato stampa diffuso questa mattina dall’Associazione “Deus ex Machina Onlus” l’Onnipotente dichiara:

Sono duemila anni che mio figlio Gesù mi rimprovera (che comunque glielo avevo detto di tagliarsi quei capelli che ai tempi la beat generation era di là da venire).
Effettivamente, col senno di poi, ammetto di aver sopravvalutato le mie capacità. Fare l’universo in una settimana è stato una scommessa, una scommessa persa visti i risultati. Una sconfitta cocente specie per uno come me che ha sempre fatto della pazienza la sua arma vincente… per uno come me che di tempo ne ha da vendere, ma che dico vendere, regalare! Ho sbagliato, lo ammetto.
Ho sbagliato soprattutto ad affidare la mia immagine all’agenzia di stampa “Chiesa Cattolica SpA” che in duemila anni mi ha fatto dire tutto ed il contrario di tutto. “Non desiderare la donna d’altri” io, che ho reso gravida la moglie di Giuseppe (che poi Giuseppe mi stava pure simpatico)! 
Quindi lascio, smetto di esistere e torno a fare il commercialista.

PS: vi va bene che sono sommamente buono altrimenti vi avrei cancellato già qualche secolo fa.

PPS: comunque ho fatto il backup.

Dio
L’Onnipotente, Onnipresente
e Sommamente Buono
Via Ovunque, 77/7
13131 Ogni Dove

Ex sacra famiglia

Madonna divorzia e dichiara:
“E’ stata una scelta meditata, ponderata e obbligata… con Giuseppe le cose non andavano bene già da un pò… gli ultimi duecento anni sono stati un inferno”. (Fonte Marta Flavi)

Agli alimenti penserà Gesù.