Vivessi in Somalia sarei già abbronzatissimo

Nel Corno d’Africa non piove da mesi e fa un caldo becco e qui ci tocca andare in giro in maglioncino a fine luglio… a chi troppo e a chi niente!

(Fonte Studio Aperto)

Annunci

Sinistri presagi

Oh capitan c’è un uomo in mezzo al mar…

L’estate sta finendo

Twitter is over capacity

Patente a ore

Siamo l’esercito del SerT.

UPDATE: Noi siamo i ggiovani, i ggiovani, i ggiovani…

There is always somebody to bury you

Il bello della vita è che oggi ci sei e domani pure ma puoi dormire fino alle dieci/dieci e mezza.

Artico: liscio o con ghiaccio?

Barman acrobatici in fibrillazione, in pericolo migliaia di posti di lavoro.

Ferragosto 2007

Da Wikipedia 

Il termine Ferragosto (dal latino Feriae Augusti = riposo di Agosto) indica una festa popolare, dalle radici antichissime, che si svolgeva il 15 agosto per festeggiare la fine dei principali lavori agricoli.
Nell’occasione, i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia; tale festa era tipicamente romana, tanto che in età rinascimentale fu reso obbligatorio dai decreti pontifici.
La ricorrenza si collega anche con i “Consualia”, il periodo di festa e riposo che nell’antica Roma si dedicava al dio Conso, protettore dell’agricoltura.
Agli inizi dell’età imperiale (18 a.C.) tali ferie vennero ribattezzate come “Augustali”, in onore dell’imperatore Ottaviano Augusto, da cui deriva l’attuale denominazione del mese di agosto.
Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l’impero si organizzavano corse di cavalli e gli animali da tiro (cavalli, asini e muli) venivano dispensati dal lavoro e agghindati con fiori.
Coincide con la festa cristiana della morte e assunzione della Vergine Maria. Oggi è una festa legata soprattutto alla balneazione (in Italia è diventato tradizionale in questo giorno lo scherzo del gavettone), e in molte località turistiche si organizzano per l’occasione feste ed eventi.

Per fortuna oggi è nuvolo…

Odio l’Estate

Odio l’Estate come Bruno Martino.

Odio il caldo umido, le ciabatte infradito, le code in autostrada, il prosciutto e melone, l’odore della crema abbronzante, i maniaci della tintarella, le cicale, l’asciugamano sulle spalle.

Odio chi vive l’Estate scimmiottando Lucignolo Bella Vita.
Odio i servizi dei tiggì sulle tendenze dell’Estate… bikini, trikini, quattrini.
Odio le hits dell’Estate.

Ascolto l’Estate di Bruno Martino.

In the summertime…