I maroni rotti vanno nell’umido?

“Perchè un fiacco, egoista e ormai sterile settantenne privo di discendenza dovrebbe fare duecento metri in più per gettare il vetro nel contenitore del vetro?”

Questa ed altre 299 domande “green” nel bestseller diversamente ecologico “I maroni rotti vanno nell’umido?” di Luca Biancomonte.

kiwi-mouse-negroski

Annunci

Communist Party

Pullulano i movimenti per la ricostituzione del vecchio partito comunista, una sorta di “ripristino” stile windows… torni a ieri, 24 ore prima di aver cliccato su quel tasto che subdolamente ti prometteva centinaia di contenuti osè (tipo Nilde Iotti in sottoveste, ndr) ma che nel retrobottega nascondeva un virus letale.

I neo comunisti si dividono in due blocchi (che fa tanto Guerra Fredda, altra ndr):

  1. i vecchi nostalgici
  2. i giovani agnostici

I neo comunisti o hanno superato i sessanta (over) o hanno appena preso la patente (under)… tutti guidano malissimo ma hanno una compilation degli Inti-Illimani in loop nell’autoradio (i secondi in versione dub).

I neo comunisti rimpiangono Che Guevara, gli over perché iniziano ad avere concretamente bisogno di un buon medico, gli under perché hanno una t-shirt con su la faccia di un tizio che sembra un cantante britpop ma poi gli hanno detto che è uno che ha combattuto con Fidel Castro (non gli hanno ancora spiegato bene chi è Fidel Castro ma sanno che è cubano come il mojito).

I neo comunisti amano sentirsi dire che “i comunisti mangiano i bambini“, gli over perchè ricorda loro i bei tempi in cui potevano mangiare di tutto, gli under perchè dopo aver provato la cucina cinese, giapponese e indo-tibetana sono alla ricerca di nuovi sapori.

I neo comunisti citano spesso Karl Marx, gli over perché lo hanno memorizzato per osmosi durante le interminabili riunioni di sezione degli anni settanta, gli under perchè assomiglia a Babbo Natale.

I neo comunisti hanno un sussulto sulle note di “Bella Ciao“, gli over perchè è l’unica canzone della quale ricordano le parole, gli under perchè le bands di musica occitana la suonano sempre a chiusura concerti ed è l’unico pezzo che non ti trita i maroni.

I neo comunisti sono estremamente pacifisti, gli over per compensare gli istinti omicidi nei confronti del vicino meno over, gli under perchè hanno appena visto un documentario dal titolo “Peace&Love – L’utero è mio ma sono anche comunista quindi quello che è mio è tuo“, hanno gli ormoni a mille e pensano che “l’amore libero” sia l’unica vera alternativa a ore di seghe online.

I neo comunisti sono ambientalisti, gli over perchè non vogliono altre case intorno alla loro villetta bi-familiare in eternit, gli under perchè non vogliono altre case intorno alla villetta bi-familiare in eternit dei loro nonni.

Red_Communist_Party

PS: i neo comunisti di notte sognano Berlinguer, gli over Enrico, gli under Bianca.

Ipocrisia ambientalista

Gli ecologisti inquinano e gli animalisti uccidono.

Le dieci eresie verdi

La rivista americana Wired stravolge alcuni dogmi dell’ambientalismo e agitando lo spettro del problema ecologico più grave (il riscaldamento globale) invita a rileggerle in chiave critica:

  1. La vita in città è più “gentile” verso il pianeta rispetto alla vita in campagna.
  2. L’aria condizionata emette meno C02 rispetto ai termosifoni.
  3. L’agricoltura biologica fa più danni di quella tradizionale.
  4. Le foreste vergini possono contribuire al riscaldamento del pianeta, meglio costruire aziende agricole al loro interno.
  5. La Cina è al vertice delle soluzioni tecnologiche alternative
  6. Gli Ogm superefficienti potrebbero diminuire le emissioni di gas serra.
  7. Il commercio dei «crediti di carbonio»*, che consente ai Paesi più ricchi di inquinare di più grazie ad accordi con quelli che inquinano meno, sono stati una grande idea, ma non hanno funzionato.
  8. Le centrali nucleari sono la forma di energia su scala industriale più rispettosa del clima.
  9. È meglio acquistare un’auto usata che le nuove auto ibride.
  10. Piuttosto che insistere a combattere contro il mutamento climatico, ormai ineluttabile, è meglio prepararsi al peggio.

* I paesi che hanno firmato il protocollo di Kyoto del 1997, tra cui l’Italia, si sono impegnati a ridurre, nei prossimi anni, le emissioni di Co2 per diminuire l’effetto serra; le aziende che inquinano possono acquistare crediti dalle aziende più “pulite” che si fregiano di non produrre Co2.

Ecocho – il motore di ricerca ecologico

E’ stato lanciato qualche ora fa in Australia (e in altri 14 Paesi tra cui l’Italia) il primo motore di ricerca ecologico. Si chiama Ecocho e lo slogan è “You search. We grow trees“.
Assicura il fondatore del nuovo motore di ricerca, Tim MacdonaldOgni mille ricerche effettuate attraverso il nostro sito pianteremo due alberi”. (Fonte Ex Gruppo Parlamentare dei Verdi Il Sole che Ride)