Best in Travel 2011

La Lonely Planet ha pubblicato la guida Best in Travel 2011, al primo posto l’Albania, l’Italia è settima con questa motivazione:

L’Italia è un meraviglioso, carismatico e affascinante caos. L’informazione sarà per gran parte di proprietà del premier Silvio Berlusconi, la corruzione e gli scandali sessuali potranno essere notizie di tutti i giorni e l’economia potrà essere in crisi, ma rimane ancora uno dei posti più incredibili del mondo. Il cibo, il sole, le città, l’arte, è tutto sublime. Ci sono 44 luoghi considerati patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, più di ogni altro paese. L’Italia sta per celebrare i suoi primi 150 anni, e ogni regione presenta caratteri e qualità particolari quanto quelli di una piccola nazione: i cittadini vengono dalla propria regione, e la loro nazionalità viene solo dopo. E questo fa sì che valga la pena visitare il paese in ogni sua parte.

via il Post

Annunci

Un’altra breccia è possibile

breccia-di-porta-pia

Per questo, questo e quest’altro motivo… e questi.

UPDATE: ed anche per questo e questo.

La chiesa è maschilista, pedofila ed incestuosa

Un arcivescovo brasiliano ha scomunicato i medici rei di avere fatto abortire una bambina di nove anni violentata ripetutamente dal patrigno e incinta di due gemelli.

“Se la legge umana è contraria a quella di Dio, la legge umana non ha valore” ha farneticato il prelato.

“E’ un tema molto, molto delicato ma la chiesa non può mai tradire il suo annuncio, che è quello di difendere la vita dal concepimento fino al suo termine naturale, anche di fronte a un dramma umano così forte, come quello della violenza su una bimba” ha dichiarato un evidentemente lobotomizzato padre Gianfranco Grieco, capo ufficio del pontificio consiglio per la famiglia che poi ha aggiunto “i medici sono fortemente nel peccato perché sono persone attive nel portare avanti l’aborto, questa uccisione. Sono protagonisti di una scelta di morte”.

Che la pedofilia fosse una pratica largamente diffusa negli ambienti ecclesiastici è noto da tempo… ma anche l’incesto!

QUI LA NOTIZIA

Comunismo e foreste equatoriali

Dove sono finiti i comunisti? Sono scappati tutti in Amazzonia.