Bignami AntiKastA

Ci vuole un ripassino altrimenti rischiamo di scivolare in un anti-tuttismo integralista perdendoci i passaggi fondamentali alla base del patatrac politico a babordo (e dello zoppicare dell’anti-politica attuale). Di Pietro, Santoro, Ingroia, Spinelli e Maltese per citarne alcuni. C’è anche l’ex coppia De Magistris/Travaglio, una volta rispettivamente eroe e cantore, oggi separati ognuno a casa sua. Pensare che De Magistris per qualche tempo fu anche il “volto nuovo” dell’anti-politica italiana (il delfino di Tonino). Per qualche tempo, poi “Why not” e una Napoli allo sbando.

Poi c’è il tragicomico caso di Luigi De Magistris, pure lui ex pm buttatosi in politica (ma forse la faceva anche con la toga addosso). Tragico perchè una città con mille problemi come Napoli si trova pure col problema di un sindaco condannato che, verosimilmente, dovrà lasciare l’incarico con l’applicazione della legge Severino. Comico perchè la prima cosa che Giggino ha fatto dopo aver saputo della pena di un anno e tre mesi inflittagli per abuso d’ufficio è stata partire testa bassa all’attacco dei giudici. Ma quello che faceva così non era Berlusconi?

QUI L’ARTICOLO COMPLETO

Annunci

Papa Buonista

Cari figlioli, tornando a casa, troverete i familiari, gli amici, i partners: date loro una sberla e dite: “Questa è la sberla di chi si è rotto i coglioni di voi che fino a ieri guardavate solo le figure e, nella migliore delle ipotesi, starnutivate dislessici sulla scheda elettorale ed ora vienite a farci la filippica solo perché vi hanno taggato in una foto con su Alessandro Di Battista e una frase che, visto il numero di “mi piace”, pare abbastanza caustica”.

Liberamente tratto da “Il discorso della luna” di Papa Giovanni XXIII.

Confuso e infelice

Se questo è il Beppe Grillo emblema e paladino dell’antipolitica italiana, non mi resta che rivalutare la politica…

O diventare anarchico!