Amori impossibili come certi sporchi

Tu sei una paletta concava, io una scopa frusta.
Inutile strisciare l’uno sull’altra, non raccoglieremo una briciola.

Annunci

Silvio, Rosy e l’amore catodico

Quando lei è in televisione lui chiama sempre.

BALLARO’

PORTA A PORTA

La domenica puzza di brioches

Amore è una parola inventata dai poeti per far rima con cuore.
Ambrose Bierce

Carta canta

Nella confusione devo aver perso la mia regina di cuori.

L’amore ai tempi di Silvio B.

SILVIO B.: “Gabri e Nunzia, state molto bene insieme! Grazie per restare qui, ma non è necessario. Se avete qualche invito galante per colazione, Vi autorizzo ad andarvene!“.

NUNZIA: “Caro…(dolce presidente?) gli inviti galanti li accettiamo solo da lei. E poi per noi è un piacere e un onore essere…(non si legge)”.

Fonte: Repubblica.it

Romanzo in sei parole

AMORE

Tra me e me spuntasti te.

PS: pubblicato qui perchè è chiuso.

Milly D’Abbraccio dixit

Emilia Cucciniello, in arte Milly D’Abbraccio, candidata al Campidoglio nella lista dei socialisti a sostegno di Franco Grillini, ha un sogno nel cassetto:
Sogno una ‘città dell’amore’ nella Capitale. Esistono in altre grandi città europee, a Parigi, ad Amsterdam. Perché non dovrebbe sorgerne una anche a Roma? Un quartiere a luci rosse, dove puoi trovare il cinema hard, il sexy shop, i locali per strip e lap dance. Certo, mi rendo conto che proprio a Roma c’è da… convincere il Papa, ma credo che sia un’iniziativa che i laici apprezzerebbero anche come segnale di una libertà che deve esserci pure nella sfera sessuale“.

Come darle torto? E poi “Certo, mi rendo conto che proprio a Roma c’è da… convincere il Papa” è una frase di una laicità deflagrante… a mio modesto parere. (Fonte A Mio Modesto Parere)

San chi?

Se mai dovessi parlare di amore e di stelle… uccidetemi. (Charles Bukowski)

cupido-morto.jpg

Michela

RACCONTO BREVE

Mi posi di sbieco per scivolare meglio fra i suoi insulti. Michela se ne accorse e si zittì. Bestemmiai perché la bestemmia fa specie. E’ come pisciare sul barbecue.
Michela aveva gli occhi più verdi del mondo ed era bella, inconsapevolmente, tanto da nascondere spesso quel suo incantevole viso dietro dei grossi occhiali da sole. Michela era così bella da non meritarsi solo una bestemmia.
Il vento soffia anche quando tu dormi” aggiunsi, poi uscii di casa sbattendo la porta e dimenticando il cellulare sul tavolino accanto al televisore.
Michela era anche gelosa ed impulsiva e quando lesse “Ti voglio bene in fondo al cuore. Paola” scaraventò il mio cellulare contro il muro.
La capii, lo capì anche il commesso della Trony che si rifiutò di sostituirmi il cellulare: “E’ stato rotto volontariamente” mi disse.
Aveva ragione, non si lascia un cellulare incustodito con in archivio i messaggi di una certa Paola.
Per fortuna avevo la birra. I centilitri di Splugen si liberavano celeri nello stomaco come la fogna nel mare.
Oggi è mercoledì e Michela mi odia.
Oggi è mercoledì e visto che Michela mi odia io soffro.
Domani sarà giovedì e Michela mi odierà comunque, perché Michela odia anche il giovedì, specie il mattino durante il mercato.
Domani sarà giovedì ed io amerò Michela comunque, perché io amo anche il giovedì, specie il pomeriggio dopo il mercato.
Amo Michela perché è gelosa ed impulsiva ed ha gli occhi più verdi del mondo. La amo anche il lunedì quando il mercato è ancora un progetto e soltanto un ricordo…

Re di bastonate

RACCONTO BREVE

Mi ha lasciato la ragazza… mi ha lasciato perchè ero sentimentalmente afono.
Non credo la bestemmia rappresenti un sentimento.
Nè tanto meno affogarsi di birra.
Fumare trenta sigarette al giorno forse si… sono nervoso ed incazzato… sono anche triste ed ogni tanto piango!
Tutte emozioni che non provavo da tempo e questo mi porta a fumare una sigaretta dietro l’altra!
L’amore invece c’è sempre stato ma si è fatto vivo solo adesso!