Di chi è il mio corpo quando è dello Stato

stefano-cucchi-morto-2

Da Piovono Rane

La vera domanda che dobbiamo porci questa mattina non è se i tre agenti di custodia in questione andavano condannati o meno, se le botte prese da Cucchi sono state concause decisive o meno della sua morte.

La vera domanda è: chi è responsabile del mio corpo quando questo viene preso in consegna dallo Stato?

Perché se lo Stato (in certi casi stabiliti dalla legge) ha il diritto di appropriarsi del mio corpo, in quei casi ha anche il dovere di garantirne l’incolumità, finché questo è nelle sue mani.

E’ tutto qui: e l’elenco di persone i cui corpi entrano vivi ed escono morti dal controllo dello Stato, purtroppo, in Italia è molto lungo.

Uno Stato civile, questa mattina, farebbe un decreto legge per identificare obbligatoriamente una figura di responsabile e garante di chiunque si trovi in stato di fermo o di arresto, o semplicemente in carcere. Ogni cittadina o cittadino ha infatti il diritto civile di sapere chi è il responsabile del suo corpo quando questo è trattenuto dallo Stato.

Sarebbe, credo, anche il modo migliore per dare un senso alla morte di Stefano Cucchi.

Annunci

V-Beppe

Copia/incolla da Piovono Rane.

Io ho sempre la speranza che la gente ragioni con la sua testa. E ultimamente, per fortuna, questa speranza mi sembra sempre meno infondata.

Sicché, senza alcuna provocazione e senza alcuna polemica, chiedo a tutti i lettori del M5S: pensate anche voi che si possa liquidare quello che è successo con «Pisapia è un Pisapippa»? E’ un buon modo per provare a uscire, insieme, dal quindicennio di Berlusconi? Vi pare utile – per cambiare in meglio questo Paese – l’attacco personale fondato sul dileggio al cognome di uno che non si può attaccare altrimenti anche perché non ha ancora governato un giorno?

Si sa… per Beppe Grillo l’unica alternativa è Beppe Grillo… cosa si fa per vendere due DVD in più.

Erpetologia

La rana mangia il grillo.

rana-mangia-grillo.jpg