Ieri sera volevo passare ma sono morto

C’è gente che è sempre una scusa avanti a te…

  • Devi alzarti alle 6 per andare a Milano? Loro si alzano alle 5.45 per andare a Cesano Maderno.
  • Ti hanno rubato il cellulare? A loro è stata squattata la casa con il cellulare dentro.
  • Sei stato tamponato in macchina? Loro sono stati tamponati a piedi in autostrada.
  • Hai l’influenza? Loro ieri sono morti.
Annunci

Il mio cane si morde la coca

Tiratevi su…

Siete convinti che il sistema sia lì, guardingo e vigile, intento a controllare ogni vostro sghembo movimento allo scopo di dimostrare che in verità non trascorrete le notti a leggere e rileggere pagine memorabili di giornalismo di inchiesta ma il più delle volte ristagnate, curvi e infreddoliti, davanti allo schermo del computer segandovi con youporn.

Tranquilli, il sistema non vi caga. Non lo preoccupate, non gliene date modo. Lui l’ha capito da mo’. Sa che sperperate le giornate componendo parole alla cazzo su Ruzzle, che quando dite “ora scendo in piazza” è per andare al mercato,  che il cavaliere che non vorreste più rivedere è quello oscuro di Christopher Nolan perchè “belli gli effetti speciali ma la trama fa cacare“.

Ma tra poco meno di due settimane avrete finalmente modo di dare un senso alla vostra esistenza portando a termine la mission per la quale siete stati messi al mondo… lasciare tutto com’è.

berlusconi

PS: alla fine hanno rottamanto Benny XVI, non è durato manco due legislature.

Non ti sono vicino, al massimo dirimpettaio

Il camminare sbilenco riequilibra l’instabilità indotta da un consumo smodato di rum e cioccolatini ripieni di fatiche inutili.

Il non troppo giovane Alfio sopporta da circa un trentennio il riproporsi stantio della natività di tale Gesù Cristo, un tipo villoso e saccente morto a trentatre anni perché a quei tempi non avevano ancora inventato né il trentaquattro né la tabellina dell’otto e mezzo.

Avevano detto che il 2012 sarebbe stato un anno di cambiamenti. (voce fuori campo)

A parte due paia di mutande e una maglietta molto sporca di sugo il non troppo giovane Alfio ha notato ben pochi mutamenti.
Comunque qualcosa ha capito: ha capito che la Tennent’s Super è inversamente proporzionale all’equilibrio e che la pubblicità della Fiesta con Andrea Bocelli sarebbe “politicamente scorretta”.

Avevano detto che il 2012 sarebbe stato l’anno della “spending review”. (voce fuori campo)

A parte il fatto che per capire cazzo vuol dire spending review ci vorrebbe un comico toscano che viene a spiegartelo in prima serata perché il dizionario è in soffitta vicino alla scatola dell’Allegro Chirurgo. A parte il fatto che generalmente sottovalutiamo il male che può arrecare al mondo il suffisso -ing.

Comunque il non troppo giovane Alfio non ha notato tutta questa review ma qualcosa ha capito: ha capito che lo slogan “Imu alla Chiesa” vale fino al 23 Dicembre poi tutti a fare il filo al Bambin Gesù per bere una cioccolata calda la notte di Natale senza sensi di colpa. Ha anche capito che “l’austerity non è la risposta” ma soprattutto “Qual’è la capitale della Scozia?” non era la domanda.

PS: Vostro malgrado Anna dai capelli rotti è morta… e non in seguito al grave trauma occorso alla sua capigliatura.

E’ l’alcol ad avere problemi con me e non viceversa

Morire giovani non fa ingrassare, lo afferma l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’ho letto su un tovagliolo sporco di sugo in una tavola calda di Berlino Alta. E comunque è certo che invecchiare sforma, colpa del caffè macchiato caldo e delle domeniche coi parenti, quelle dove “se porti le paste c’azzecchi sempre”.

Anche Michele, che ha i capelli ricci e colleziona caramelle già scartate, beve solo petrolio perchè il nero smagrisce.

Porco bosone!

“Nel principio Dio creò il bosone di Higgs” (Genesi 1:1 remix 2012)

Ci voleva… dopo la sconfitta con la Spagna nella finale per il titolo di “Esseri viventi più abbocchevoli dell’universo dopo i pesci”, ecco arrivare Higgs e il suo bosone.

La scoperta della particella di Dio (anche se non è ancora stato ritrovato il rogito originale che ne attesta l’effettiva proprietà), permette al governo Monti di introdurre l’Imu alla Chiesa e ai bersaglieri di fare una nuova breccia a Porta Pia.

Ora saranno esentati il bosone e Higgs?
Higgs ha già fatto sapere che è inglese e quindi Monti il suo Imu può metterselo nel c***.
Il bosone vive in Svizzera.

Comunque da oggi sfogheremo le nostre frustrazioni nominando il nome del bosone invano.

Andate in pace.

Smemorandum

Non è che non ricordiamo, è che ricordiamo male, ci confondiamo, shakeriamo numeri ed eventi come barman acrobatici, affidiamo la nostra memoria al calendar di qualche social network e patatrac.

Poi ogni giorno è la giornata mondiale di qualcosa e questo complica ulteriormente le cose.

Oggi, ad esempio, è la “Giornata mondiale degli ombrelli a pulsante dimenticati fuori dai ristoranti“, migliaia di ombrelli a pulsante che ogni anno finiscono nella spazzatura, o peggio, in mano a gente priva di pollice opponibile.

Il primo maggio è la festa di chi? Dei lavoratori? No, la festa dei lavoratori è a ferragosto, il primo maggio è la liberazione! Da cosa? La liberazione dagli americani. Ma gli americani sono ancora qua, hanno addirittura comprato la Roma! Ma non gli americani moderni, la liberazione dagli americani che sparavano ancora agli indiani e dicevano che i negri puzzano.

E il 25 aprile cos’é? E’ il natale russo! Russo… perchè? Perchè in Russia il 25 dicembre fa troppo freddo per festeggiare qualcosa e quindi hanno scelto un altro 25.

Comunque una cosa è certa: il 2 giugno è la festa della repubblica… il giornale.

Preparatevi al peggio

Questo tempo buttato nel cesso
lo ritroveremo a galleggio nel mare,
tra stronzi schiariti dal sale
e culetti arrossati dal sole.

tratto da “Poesie in braille per ciechi focomelici” di Giovanni Traversi.

Preparati al peggio, sempre.
Il meglio non lo trovi nei bar di tendenza a fare l’happy hour degustando cocktails fruttati, il meglio alberga nelle bettole, tra un vino canchero e una canzone che non trovi su iTunes. Il meglio fuma trinciato forte, detesta espressioni del tipo “come butta” e circumnaviga i capannelli di gente.  Il meglio, come Dio ed i fantasmi, non appare nelle foto e quindi non può essere taggato.

Il meglio ha coniato il detto “Meglio solo che Male accompagnato” per mettere in chiaro fin da subito che lui e il Male hanno due visioni della vita diametralmente opposte. Il meglio non va a Genova per dimostrarti che sa muoversi in città, il meglio si ferma a Masone e si perde, soprattutto d’estate. Il meglio non ti manda un MMS, il meglio ti chiama col gettone da un telefono pubblico guasto. Il meglio sputacchia ma quando parla dice cose abbastanza interessanti, puzza ma di quelle puzze come il cavolo, che urtano solo se decontestualizzate.

Fondamentalmente il meglio è un buono che cerca di compensare quello che il Male ti fa pubblicare su Facebook.

immagine: Erik Johansson

Lettera a mio nonno (morto) sugli anni zero

Caro nonno putrefatto ti chiederai: “Anni zero che?“.
Anni zero, dal 2000 al 2009, sono anche un anno in ritardo ma poco importa, che fretta c’hai?

Il tempo è ciò che accade quando non accade nient’altro” soleva dire Richard Feynman, poi è morto anche lui ed ora nutre vermi ingordi da più di un ventennio.

Comunque, a parte le torri gemelle, qualche risacca più forte del solito e un presidente negro, non è che sia successo granchè (è morto un Papa ma morto un Papa…). Più che altro è andata bene a te che, nonostante El Alamein, almeno alla pensione ci sei arrivato.

Ti sei perso pure la Juve in serie B ed i reality shows.
Ti sei perso le battaglie all’ultimo sangue su quali virgole della Costituzione cambiare. Cara vecchia Costituzione… oggi compie 65 anni tra piaghe da decubito e sacche d’urina. Nel mentre la gente, per pigrizia, non arriva a fine mese.

La chiesa non paga ancora l’Ici perchè hanno fatto una legge che dice che se la tazza del cesso è rivolta verso Roma allora è un luogo di culto. I preti hanno un mucchio di amici idraulici che a girare i cessi ci mettono un secondo e senza fattura fanno anche un bello sconto. (sai che da qualche giorno a Cortina non si trova più un idraulico!)

Internet ha preso piede, ora la gente coltiva l’orto senza l’orto e fa amicizia senza amici.

Berlusconi già lo conoscevi, ce lo siamo portato dietro fino all’anno scorso, poi ha fatto un passo indietro ma ha il doppio tacco di gomma e con un balzo è facile che torni a puntarcelo.
La sinistra che? ah… quella dell’aborto e del divorzio? E’ in ferie, vuoi mettere, in cinquantanni ha vinto tre referendum, avrà diritto anche lei a qualche decennio di vacanza! (però fanno dei bei programmi tv)

Ora ci sono i movimenti dal basso, partono così dal basso che prima di uscire dal tombino hanno già creato dodici correnti e sette giornali.

Comunque alla fine i cattivi sono morti quasi tutti, a parte Cattivik e Mr. Kreb (ma Mr. Kreb dicono abbia un brutto male).

Ora ti saluto, vado a vedere a quanto sta lo spread, lo spritz è sempre tra i 3 e i 5 euro… ah, scusa… l’euro è la moneta unica che hanno introdotto nel 2001 così quando vai in Francia capisci al volo quanto ti costa una crepe suzette.

PS: il presidente Napolitano predica concordia tra le istituzioni ma la Concordia di sti tempi non sta a galla.

Lettera accorata a Silvio B.

Caro Silvio,

sono un trentenne squattrinato. Vivo nella Liguria di Ponente,  che già dire “Liguria di Ponente” ti fa pensare ad uno sconsolato lembo di terra inesorabilmente destinato a scivolare in mare. Poi c’è lo iodio che rimbecillisce tutti e dopo i cinquanta nessuno capisce più una minchia e vince sempre Scajola.

Caro Presidente, sono anche milanista, dal 1986, da quando atterrasti in elicottero nell’Arena di Milano con Ruud Gullit e le Valchirie.

Caro Premier, mi basterebbero 50.000 euro, tanto per saldare qualche pendenza con l’Equitalia e l’Eni Gas, che da quando hanno cacciato l’amico Muammar è in grossa difficoltà e continua a mandarmi conguagli anche se ho un altro gestore.

Caro Silvio pensaci, io ti voglio bene e se mi aiuti te ne vorrò di più.

Così parlò Zarathustra dopo il 3° bottiglione

I miei peggiori tweet per chi non legge i tweet:

  • Col seno di poi” direbbe un habitué di Arcore.
  • Silvio Berlusconi è il Tyler Durden di Antonio Di Pietro.
  • Bossi è animato dal ventriloquo José Luis Moreno.
  • Se il giapponese non va al mare il mare va dal giapponese.
  • Maneggiare con curaro.
  • Prendere lucciole per nipoti di Mubarak.
  • C’è Schopenhauer che succhia la minestra e parla con la bocca piena.
  • L’uranio è impoverito e anche io sono un po’ a corto di liquidi.
  • La Tennent’s Super è inversamente proporzionale all’equilibrio.
  • Bossi: “La Lega ha quasi in mano il Paese ma non abbiamo il pollice opponibile”.
  • La signora Fletcher era in vacanza a Islamabad.
  • Il cesso è l’unico sito dove scarico gratis. [cit.]
  • “Siamo a cavallo!” direbbe il mio bisnonno morto disarcionato.

PS: La scelta dei tweet segue questi due criteri: il numero di retweet ed il mio tasso alcolemico al momento della ricerca.