3° Marcia dei Babbi – Cervo Ligure

Sabato 19 Dicembre 2009 terza edizione de “La Marcia dei Babbi“, iniziativa promossa da un gruppo di goliardi cervesi e supportata dagli esercizi commerciali di Cervo e del Golfodianese.

Si tratta di una gara in maschera (obbligatorio il vestito da Babbo Natale) aperta a tutti i maggiorenni.

I concorrenti dovranno compiere un percorso a tappe ben preciso e, per quanto possibile, adottare e mantenere lo “stile” della classica marcia olimpionica. In ogni piazza del borgo i babbi troveranno cibi e bevande prettamente locali ad attenderli.

Partenza dal Piazzale di via Nazario Sauro alle ore 14.00. Chiusura Piazza del Castello con rinfresco e concerto dei Mamafunk.
Vino offerto da: Cantina Manfredi di Farigliano(CN), Cantina Viglietti di Cervo Ligure, Prosecco Col di Creta di Conegliano e dagli esercenti locali.

L’intento è quello di favorire l’aggregazione di giovani e meno giovani, con lo scopo di promuovere il consumo “responsabile” dei prodotti del territorio.

Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle associazioni Croce Oro Cervo e Protezione Civile Cervo.

Per Informazioni, regolamento e iscrizione:

Annunci

Pittori piemontesi in Liguria

Un post campanilistico ogni tanto non guasta.
Specie se pubblicato per promuovere una mostra d’arte organizzata in un paesino che già di per se è un’opera d’arte.

Il paese è Cervo Ligure, la mostra “Storie di pittura piemontese del novecento in Liguria” e la location il settecentesco Palazzo Viale, recentemente ristrutturato, capolavoro architettonico e artistico di indubbio valore.
Il tema portante di questa mostra nasce da una ricerca e da una constatazione storica: nel periodo successivo all’ultimo conflitto mondiale, a cavallo fra gli anni Quaranta e Cinquanta, il piccolo borgo medievale di Cervo, affacciato sul mare, esercitò un fascino speciale su un gruppo di artisti e di intellettuali, in particolare piemontesi, che lo scelsero quale residenza estiva, dando vita a un ricco cenacolo artistico e culturale.
Molti di questi personaggi conobbero la Riviera di Ponente perché influenzati dal forte legame tra Carlo Levi e la Liguria, in particolare Alassio, scelta come luogo di riflessione e di ispirazione per il suo lavoro. A partire dalla seconda metà del Novecento, a Cervo si formò così una piccola comunità di pittori torinesi, tutti esponenti di spicco del panorama artistico nazionale: tra i primi ad arrivare fu l’artista Francesco Casorati con il padre Felice e la madre Daphne Maugham.
Poco dopo giunsero Piero Martina, Francesco Menzio, Nicola Galante, Sergio Saroni, Romano Campagnoli con il padre Adalberto. Fu la volta quindi dei più giovani Mauro Chessa e Nino Aimone. Negli stessi anni frequentava Cervo anche il lombardo Ennio Morlotti che già conosceva la Liguria perché era solito soggiornare a Bordighera.
Tutto ciò contribuì a trasformare il piccolo centro ligure, oggi tra i borghi più belli d’Italia e con un fermento culturale e artistico di portata internazionale, in una fucina caratterizzata da intensi dibattiti che varcarono i limiti della pittura e si estesero anche alla letteratura, grazie alla presenza di letterati di fama mondiale come Henry Furst americano per nascita, ma italiano per scelta spirituale, definito dalla critica geniale agevolatore d’intellighentsja, il quale nella sua residenza di Cervo era solito ospitare personaggi come Italo Calvino, Eugenio Montale e molti altri.
Questo numero consistente di artisti e di letterati, la maggior parte dei quali ricoprono il ruolo di protagonisti della cultura italiana del Novecento, costituiscono ancora oggi la prova evidente del fascino particolare che Cervo esercita sui turisti italiani e stranieri, in un’esperienza unica che la mostra “Cervo: storie di pittura piemontese del Nocevento in Liguria” intende rievocare.
Artisti: Carlo Levi, Felice Casorati, Francesco Menzio, Nicola Galante, Ennio Morlotti, Francesco Casorati, Dafne Maugham Casorati, Piero Martina, Sergio Saroni, Adalberto Campagnoli, Romano Campagnoli, Mauro Chessa, Nino Aimone.

Dal 5 Luglio al 24 Agosto 2008 – aperta tutti i giorno dalle 18 alle 23.
Per maggiori informazioni: cervoinarte.com

Silvio Berlusconi ha solo 50 anni

Allora aveva ragione Umberto Scapagnini, Silvio Berlusconi non è così vecchio come vorrebbero farci credere certi giornali comunisti!

Vaffa Day e Liberazione

Il Blog di Beppe Grillo - V-Day

La scelta di organizzare il Vaffa 2 Day sulla libera informazione in un libero Stato in concomitanza con l’anniversario della Liberazione mi lascia perplesso. Qualsiasi altra iniziativa sarebbe stata accusata di strumentalizzazione…
non il Vaffa Day… non Beppe Grillo.
Ed il 27 è pure una domenica.

Festival della Creatività ’07

festival-della-creativita-firenze-homosexual.jpg

Per chi ancora crede che l’omosessualità sia una malattia tipo il morbillo.