Ho lasciato le risposte sul tavolo accanto alla frutta

L’umanità si divide in due macro-categorie:

  • chi fa la domande
  • chi prova a dare delle risposte

Gian Marco Schiaranzani aveva le idee chiarissime, già da prima di venire al mondo.

Voleva nascere Gemelli e si fece concepire in settembre, in una di quelle ultime umidicce serate di baldoria, quelle serate dove un rimasuglio d’afa estiva ti fa dire “Se secca il Melocactus… !?”.
Gian Marco Schiaranzani aveva le idee chiarissime… fin da subito si era messo in testa che la sua missione sarebbe stata quella di dare delle risposte, anche sbagliate, ma comunque delle risposte.

Dispensò risposte fino ai trent’anni… poi cominciò ad affiorare l’incertezza. Col tempo gli interrogativi aumentarono e diminuirono le risposte… un’involuzione inarrestabile fino al 2 Agosto del 2013 quando alla domanda del suo medico curante “Ti senti bene?” al suo posto rispose il 17 verticale “Targa di Novara” con un perentorio “No!”. Quindi spirò.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...