Lettera accorata a Silvio B.

Caro Silvio,

sono un trentenne squattrinato. Vivo nella Liguria di Ponente,  che già dire “Liguria di Ponente” ti fa pensare ad uno sconsolato lembo di terra inesorabilmente destinato a scivolare in mare. Poi c’è lo iodio che rimbecillisce tutti e dopo i cinquanta nessuno capisce più una minchia e vince sempre Scajola.

Caro Presidente, sono anche milanista, dal 1986, da quando atterrasti in elicottero nell’Arena di Milano con Ruud Gullit e le Valchirie.

Caro Premier, mi basterebbero 50.000 euro, tanto per saldare qualche pendenza con l’Equitalia e l’Eni Gas, che da quando hanno cacciato l’amico Muammar è in grossa difficoltà e continua a mandarmi conguagli anche se ho un altro gestore.

Caro Silvio pensaci, io ti voglio bene e se mi aiuti te ne vorrò di più.

Annunci

5 pensieri su “Lettera accorata a Silvio B.

  1. Questa lettera sembra scritta da me,escludendo il caro silvio,il ti voglio bene,e la richiesta di danaro,io questo non lo farei mai,specialmente a lui,anzi! dovrei tapparmi (a fatica )la bocca x non sputare veleno,non sono d’accordo x il rincoglionimento dopo i 50,io ne ho molti di +, ma non mi ritengo rincoglionita,se fosse x me scaiola non sarebbe nessuno,io non ho mai votato questa gente,e se ci fosse ancora voterei P.C. come ho sempre fatto,e x questa mancanza dobbiamo ringraziare i cosidetti compagni,che a forza di scissioni sono riusciti a distuggere tutto ciò che di buono èra stato fatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...