Home sweet home

Per  mesi e mesi (e ancora mesi, nac) ci hanno raccontato che la “casa di proprietà ha salvato gli italiani dalla crisi economica”.

Poi sono arrivate (in disordine sparso) l’appartamento con vista sul Colosseo,  la casa di Montecarlo, le villette nello stato di Antigua e Barbuda, Villa San Martino … e, dulcis in fundo, casa Misseri ed il bellissimo plastico di Bruno Vespa.

Forse il mattone non è più il miglior investimento.

Annunci

7 pensieri su “Home sweet home

  1. io ho 4 gambe,ma ho dei problemi ad uscire di casa:causa ,barriera architettonica,dimenticavo:la casa non è mia,e faccio fatica a pagare l’affitto,x fortuna ,ho ancora una buona testa ,e continuo ad informarmi di tutto, mi interessa,la politica e il sociale,e questo da tutta la vita,+ ci penso,+ mi accorgo che questo mondo,così com’è,non mi piace, spero che qualcuno lo rovesci,ma i nostri compagni non hanno,+ le cosidette…..tina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...