Compagne e compagni buonanotte

Avendo raggiunto la maggiore età qualche anno dopo la bolognina posso dire, senza tema di smentita, di non essere mai stato comunista anche se sulla mia prima tessera di partito c’erano ancora la falce ed il martello (sotto la quercia). Oggi c’è il Partito Democratico, il comunismo è un fantasma che spaventa solo le casalinghe berlusconiane e l’estrema sinistra è fuori dal parlamento… una sola cosa c’è rimasta, l’appellativo “compagno“, la più consistente eredità di un partito che dopo l’ictus di Enrico B. si è lentamente decomposto.
Ma io ho trentanni, i ventenni la pensano diversamente.

Annunci

5 pensieri su “Compagne e compagni buonanotte

  1. ora si chiamano amici (di maria) e le feste si chiamano democratiche, nome scelto democraticamente. Sono convinto che, se avessero chiesto alla base, il nome sarebbe rimasto Feste de l’Unità..
    ma vabè, i tempi passano, i politici restano.

  2. beh qualcuno all’interno del pd preferirebbe essere chiamato pdellino magari si sentono più vicino a quelli!
    Cmq è una tristezza continua. Verrebbe voglia di chiedere cosa vedono di così terribile nella parola compagno, che vuol dire stare insieme, condividere, lottare uno affianco all’altro… ma in fondo probabilmente è proprio questo che da fastidio.
    Felice di sentirmi compagno e soprattutto sentirmi diverso da loro
    un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...