Gli spiazzati

Più di mille cortei all’anno… in Italia, una media di quindici cortei la settimana. In Egitto hanno manifestato diciotto giorni in trent’anni e hanno ottenuto quello che hanno ottenuto.

Giuseppe Garibaldi… la piazza

I cortei in Italia nel prossimo fine settimana
(quelli segnalati dal motore di ricerca di  Google News):

  1. Genova - Corteo AMT
  2. Genova - Corteo Fincantieri
  3. Termoli – Corteo studenti del Nautico
  4. Pescara – Corteo “No abbattimento alberi”
  5. Roma – Corteo del comitato “Roma bene comune”
  6. Messina – Corteo dei precari della ASP5
  7. Torino – la Cgil in piazza contro la “rassegnazione”
  8. Velletri – Corteo in difesa dell’Ospedale
  9. Perugia – Corteo “Giù le mani dal centro”
  10. Parma – Corteo pro Costituzione
  11. Rimini – Corteo “Contro il cemento”
  12. Reggio Calabria – Corteo per “Rilancio Sanità Pubblica”

Fli, flop, black bloc e gay

Passata la tempesta il PresDelCons ha deciso di non precludere nessuna ipotesi di accordo per dogma e apre ai gay:

Io non so dire dei no, non l’ho mai saputo fare e la mia fortuna è stata che nessun gay è venuto mai a farmi una proposta perché alla terza volta avrei chiesto di spiegarmi tecnicamente come si fa e ci sarei stato.

Intanto il sindaco deRRoma Gianni Alemanno, il giorno dopo gli scontri, dichiara alla stampa “Il Comune di Roma si costituirà parte civile contro gli autori di questa devastazione… Domenico Scilipoti, Massimo Calearo e Bruno Cesario“.

Comunque, incassata la fiducia, Silvio Berlusconi apre “la caccia” e Gianfranco Fini chiama la Michela Brambilla spacciandosi per volatile a rischio estinzione.

Forze del disordine costituito

A Brescia (Italia), al presidio organizzato a sostegno dei sei immigrati saliti sulla gru per chiedere la regolarizzazione, un funzionario di Polizia invita i manifestanti ad “andare in qualche locale, ma non qui“, l’interlocutore ribatte “non s’inventi gli assembramenti” e lui ordina la carica.

Qui Il video originale diffuso dal sito peacereporter.it.

Silvio, la piazza e la tricologia

Considerato che Silvio è un abituè della tricologia e che la tricologia di norma riduce la piazza, è naturale che possano sorgere incomprensioni sul numero di partecipanti ad una determinata manifestazione.

Ciononostante, visti gli ultimi sviluppi (guarda foto sopra), si è capito che serviranno almeno 25/30 pugnalate.

Leggi anche:

UPDATE: le ultime stime dicono 88.740 capello più, capello meno.

Miracolo padano nella Roma ladrona

Umberto Bossi: “Vado a Roma e parlo”

I Papa Boys di Pontida“Parla… miracolo! Grazie Giovanni Paolo”

La Santa Sede: “Non corriamo. Prima vediamo se si capisce qualcosa… poi penseremo a quale beato attribuire il miracolo”

Non tutto il male vien per nuocere

L’approvazione notturna del decreto legge «interpretativo» ha anche i suoi lati positivi:

  • l’orologio torna indietro di 24 ore e quindi oggi è ancora sabato.
  • Antonio Di Pietro ha imparato una parola nuova (anche se non sa ancora bene dove mettere l’H).
  • le piazze sono affollate nonostante il freddo ed il maltempo, con grande soddisfazione dei commercianti.

Su Piazza Navona

La perfetta sintesi di Luca Sofri su Wittgenstein:

“Un gruppo di giovani fascisti ha aggredito, menato e vessato altri manifestanti per buona parte della mattina senza che la polizia se ne occupase, è entrato in piazza Navona con un camion carico di mazze e bastoni, ha cercato rogne con capricci da soldatini, è stato a sua volta aggredito da un gruppo di giovani dei centri sociali coi caschi in testa, ha sfoderato le mazze, e si sono menati come dei fabbri, e la polizia è intervenuta soltanto allora, mostrando poi grande familiarità con i giovani fascisti.”

Beppe Grillo = Silvio Berlusconi

Beppe Grillo viene contestato, minimizza, accusa la stampa di regime, poi pubblica un video casareccio nel quale viene osannato dalla folla che lo saluta agitando mouse wireless.

Un pò come fa Berlusconi.